Immagine in evidenza dell'articolo avatrade fixed spreadsTasse e commissioni sul trading online sono da sempre uno degli argomenti più importanti per un trader, ma spesso sottovalutato, soprattutto da color che non hanno familiarità con il settore.

Uno degli argomenti principali è lo spread, la principale fonte di profitto per i broker cosiddetti a zero commissioni come AvaTrade.

Nella guida di oggi ci soffermeremo proprio su questo argomento: AvaTrade è uno dei pochi broker ad offrire spread fissi su tutti gli asset, per cui analizzeremo i motivi di questa scelta e quali implicazioni ne derivano per l’utente comune.

Esamineremo anche alcuni dettagli dell’offerta strettamente legati alla politica sugli spread, ma non sarà una vera e propria recensione del broker in sé e per sé: coloro che volessero approfondire proprio questo tema possono invece visitare questa guida sulle opinioni di AvaTrade.

Tornando a noi, partiremo con il comprendere cosa intendiamo con il termine spread e come questo concetto influenza le l’attività di trading degli utenti.

AvaTrade 5 stelle
AvaTrade logo
  • Regolamentato: CBI, BVI FSC, ASIC, SAFSCA, FFAJ
  • Piattaforme: AvaTradeGo, MT4, Mac Trading, Webtrader
  • Deposito Min: $100
AvaTrade logo
  • Regolamentato: CBI, BVI FSC, ASIC, SAFSCA, FFAJ
  • Piattaforme: AvaTradeGo, MT4, Mac Trading, Webtrader
  • Deposito Min: $100
(Il 71% dei conti retail CFD perde soldi)

Cos’è lo spread e come funziona

Lo spread è la differenza tra il prezzo di acquisto (Bid) e il prezzo di vendita (Ask) di un determinato asset ed è proprio questa cifra che costituisce il profitto per un broker che non applica commissioni come AvaTrade.

Quando noi acquistiamo un asset noteremo che la nostra posizione parte sempre in negativo, proprio in virtù dello spread, pertanto è chiaro che un trader dovrà tenere ben d’occhio i livelli di spread di ogni asset per capire in che modo muoversi.

Possiamo dividere gli spread in due diverse categorie, inerenti alla politica che decide di intraprendere il singolo broker: spread fissi e spread variabili.

Gli spread variabili cambiano a seconda delle condizioni dei mercati, della volatilità di un settore o comunque all’arbitrio del broker stesso.

Gli spread fissi, invece, rimangono sempre uguali e non si fanno influenzare dai mercati o altri fattori, tranne al verificarsi di condizioni del tutto eccezionali.

I primi sono spesso preferiti dai veri e propri professionisti, poiché permettono di ricercare le opportunità più interessanti, anche se per fare ciò ci vorrà una certa analisi e competenza.

Gli spread fissi sono, viceversa, più indicati per trader meno esperti, poiché consentono di eliminare del tutto alcuni tipi di analisi e alleggerire il carico di lavoro.

Spendiamo qualche parola anche per i broker a zero spread, ossia gli ECN, i quali possono effettivamente non applicare nessun tipo di spread, che verrà invece sostituito da una serie di commissioni sulle operazioni.

Fatta questa chiarificazione sul significato e tipologie di spread, vediamo adesso cosa prevede l’offerta AvaTrade in merito.

Cosa sono gli AvaTrade Fixed Spread

AvaTrade offre i famosi “fixed spread”, ossia spread fissi, che non cambiano a seconda delle condizioni dei mercati.

Gli spread partono da un livello di 0.9 pips per i clienti retail, 0.6 per gli utenti professionisti. Oltre a ciò, non si dovrà corrispondere nessuna cifra al broker, che non richiederà nessun tipo di commissione.

L’offerta di AvaTrade comprende anche Spread Betting ed opzioni, due strumenti finanziari molto interessanti.

Lo Spread betting è spesso confuso con il trading in CFD, poiché entrambi questi strumenti permettono di investire sia al rialzo che al ribasso, ed entrambi sono prodotti a leva.

Questo vuol dire che è possibile aumentare l’esposizione sui mercati attraverso la leva finanziaria, strumento tanto utile quanto pericoloso e da usare sempre con la massima cautela.

Le opzioni, invece, sono un particolare tipo di contratto in cui l’utente ottiene il diritto di acquistare o vendere un certo asset ad una certa data, da non confondersi, quindi, con i Futures.

Anche il trading attraverso questi strumenti prevede i medesimi spread, ossia 0.9 per i conti retail e 0.6 per i conti professionali.

Detto dell’offerta AvaTrade, cerchiamo di capir effettivamente se conviene di più uno spread fisso o variabile, e dunque se questo broker è realmente competitivo da questo punto di vista.

Prova la piattaforma di AvaTrade!

71% dei conti CFD retail perde denaro

AvaTrade Spread Fixed: vantaggi e svantaggi

Come abbiamo già detto all’inizio, AvaTrade è uno dei pochi broker che presenta spread fissi su tutti gli asset disponibili, ma come mai?

Questo vuol dire che anche mercati molto diversi tra di loro avranno lo stesso spread, il che è quantomeno controintuitivo, poiché le condizioni sarebbero necessariamente differenti.

Ma come si riflette tutto ciò sugli utenti?

Gli spread fissi hanno diversi vantaggi. Prima di tutto non necessitano di nessun tipo di analisi. Gli utenti sanno che tipo di spread è applicato e non sarà difficile fare i calcoli e capire quali sono le situazioni più interessanti.

In secondo luogo, tenendo d’occhio i mercati sarà più semplice scovare opportunità e il broker non potrà alzare lo spread tentando di massimizzare i suoi profitti, cosa che accade abbastanza spesso in realtà.

Infine, è ben ovvio che i trader non espertissimi avranno vita più facile con gli spread fissi che con quelli variabili, che invece richiedono più attenzione.

Di contro gli spread fissi sono mediamente più alti rispetto agli spread variabili, anche se non si tratta proprio di una regola, anzi, non sono rari broker con spread variabili molto alti.

Secondo molte opinioni su AvaTrade, gli spread del broker sono dopotutto discretamente bassi, considerando che sono, per l’appunto, fissi e non possono essere modificati di continuo sfruttando le condizioni del mercato.

Conclusioni

Nel corso della guida di oggi abbiamo visto come AvaTrade preveda una formula abbastanza inusuale per i suoi spread, che invece di mutare influenzati dal mercato, sono stati invece resi fissi per tutti gli asset.

Si è visto come ricorrere a spread fissi può essere una buona idea da alcuni punti di vista, soprattutto per utenti meno esperti.

A costoro è comunque consigliato uno studio preliminare della materia e di maturare un po’ di pratica attraverso il conto demo AvaTrade, che pur essendo limitato a soli 21 giorni, può comunque essere utili ai tanti novizi che si affacciano a questo settore.

Per conoscere per esteso l’offerta del broker, invece, è possibile visitare la recensione AvaTrade opinioni, in cui verranno analizzati tutti gli aspetti cardine come piattaforme disponibili, asset e certificazioni.

AvaTrade 5 stelle
AvaTrade logo
  • Regolamentato: CBI, BVI FSC, ASIC, SAFSCA, FFAJ
  • Piattaforme: AvaTradeGo, MT4, Mac Trading, Webtrader
  • Deposito Min: $100
AvaTrade logo
  • Regolamentato: CBI, BVI FSC, ASIC, SAFSCA, FFAJ
  • Piattaforme: AvaTradeGo, MT4, Mac Trading, Webtrader
  • Deposito Min: $100
(Il 71% dei conti retail CFD perde soldi)