immagine di copertina dell'articolo bitcoin deposito minimoOperare con le criptovalute è una possibilità che sta riscuotendo sempre maggior interesse da parte dei traders, sia professionisti che alle prime armi. Operare con un deposito minimo bitcoin, tuttavia, richiede una serie di accortezze preliminari che andremo ad analizzare.

In primis va detto che il fascino delle valute digitali deriva per la maggior parte dalla loro capacità di subire forti oscillazioni in tempi abbastanza brevi: un’arma, questa, a doppio taglio. L’elevata volatilità di questi asset deriva da una molteplicità di fattori che non sono facili da tenere sott’occhio.

Il valore di un Bitcoin, infatti, dipende non solo dalle operazioni che i traders in tutto il mondo realizzato sulla moneta ma anche dagli appuntamenti periodici e dai dati relativi al mining (evoluzioni dell’hashrate, occorrenza dell’Halving, etc.).

Un altro fattore importante riguarda le transazioni che vengono realizzate con i Bitcoin: le cosiddette “balene”, infatti, esercitano una certa influenza sulla sua quotazione. Ricordiamo che per “balena” si intende una transazione dal valore di milioni e milioni di euro in Bitcoin.

Al riguardo si può citare la balena che tra il 29 Agosto e il 6 Settembre 2018 ha visto uno spostamento dell’equivalente in Bitcoin di 1 miliardo di dollari. La transazione ha causato un calo di oltre il 15% delle quotazioni del Bitcoin e un aumento della volatilità giornaliera di oltre il 25%.

Appare evidente, dunque, che fare trading sui Bitcoin non è un’operazione che si consiglia ai principianti: richiede notevole attenzione e una buona conoscenza sia del settore che dei mercati finanziari. L’elevata volatilità giornaliera che caratterizza l’intero settore delle criptovalute non è cosa che può essere affrontata dal a cuor leggero.

Operare con le criptovalute: deposito minimo Bitcoin

La prima distinzione che va fatta riguarda il tipo di deposito che si intende realizzare. Operando tramite i forex broker, infatti, si opta per investimenti che si appoggiano a strumenti derivati ben precisi (i CFD) e non sulla compravendita diretta dell’asset.

Vi sono utenti che preferiscono investire in Bitcoin partendo da valute tradizionali, altri, invece, che desiderano aprire un conto impiegando il proprio cryptowallet.

Come abbiamo detto in precedenza, se si è alle prime armi, investire in Bitcoin dovrebbe passare in secondo piano rispetto ad operazioni più accessibili e conformi al proprio livello di esperienza.

Nel caso in cui, invece, si sia decisi a investire, è opportuno informarsi sul deposito minimo di broker come etoro. Un intermediario simile permette di partire da un deposito minimo accettabile o volendo anche da un conto dimostrativo dove fare pratica di trading su Bitcoin senza rischi di perdita su capitale reale.

Partire dal deposito minimo basso, se da un lato limita fortemente l’operatività possibile su una piattaforma, dall’altro permette di rischiare poco denaro nel mentre si sta accumulando esperienza reale.

Se, come abbiamo approfondito su FBS broker demo, l’account demo serve a comprendere e prendere dimestichezza con le dinamiche e le tecniche del trading online, è solo con un Account Reale che si fa esperienza di cosa significhi provare l’euforia o lo sconforto dei primi profitti o delle prime perdite.

Si tratta di emozioni con le quali è necessario confrontarsi e che bisogna imparare a dominare se si intende prendere sul serio il trading online.

Una volta rispettati questi passaggi preliminari si può prendere in considerazione la possibilità di investire in criptovalute. Operare su questa tipologia di asset prevede due scelte: operare depositando in valuta tradizionale oppure depositando direttamente in criptovalute.

Nei prossimi paragrafi analizzeremo le offerte dei principali broker ottimizzati per il trading online in valute digitali.

Deposito in Bitcoin: NAGA Markets

In Europa sono molto poche le piattaforme che permettono di aprire un Conto Reale depositando in Bitcoin: si tratta di una scelta particolare in quanto bisogna essere già in possesso di un proprio cryptowallet.

Il miglior broker regolamentato per chi decidesse investire in questo modo i propri Bitcoin è NAGA Markets, una piattaforma regolamentato dalla CONSOB (licenza n.0086008/13 del 30/10/2013) e FCA (licenza n.609499).

NAGA Markets si distingue per la possibilità di impostare la valuta di base dell’account in:

  • Naga Coin, la criptovaluta di proprietà della piattaforma;
  • Bitcoin;
  • Ethereum;
  • Binance Coin;

Non è previsto alcun deposito minimo e si possono realizzare operazioni su 15 cryptoasset come, ad esempio, la coppia BTC/USD.

Prova la piattaforma di Naga Trader!

79.67% dei conti CFD retail perde denaro

Trading in criptovalute: migliori broker per deposito minimo

Se non si desidera realizzare depositi in Bitcoin ma si vuole fare affidamento alle valute tradizionali le possibilità si ampliano. Le offerte migliori sono quelle proposte da due piattaforme in particolare, XTB e eToro.

Si ricorda sempre che, anche se si tratta di piattaforme particolarmente ottimizzate per quel che riguarda il trading di cryptoasset, è consigliabile dedicarsi prima ad altri settori.

Solo dopo aver accumulato una certa dimestichezza con i principali strumenti di gestione del rischio e di analisi tecnica, aprire posizioni sulle valute digitali.

XTB

XTB è un broker che non presenta deposito minimo e che offre la possibilità di operare su 25 criptovalute offerte in CFD.

Nonostante non presenti direttamente un deposito minimo, questo dipende comunque dalle modalità di deposito. Il deposito minore è di 100€, realizzabile tramite Carta di Credito (VISA, MasterCard o Maestro).

L’utente ha a disposizione due tipologie di Account, quello Standard e quello Pro, le cui caratteristiche, tuttavia, non influenzano affatto il trading in criptovalute. Si tratta di Account che, come tutti gli ecn brokers, presentano commissioni sulle operazioni.

Prova la piattaforma di XTB!

79% dei conti CFD retail perde denaro

eToro

Su eToro bisogna dilungarsi di più: diversamente dalla gran parte delle offerte dei forex broker, infatti, eToro permette non solo di fare trading CFD in criptovalute ma anche l’acquisto effettivo delle stesse.

Il deposito minimo etoro ammonta a 200€, ma permette di aprire una posizione su oltre 60 cryptoasset a partire da 25€.

Tra gli oltre 60 cryptoasset, eToro permette di acquistarne direttamente 17: basta utilizzare l’opzione “buy” e disattivare la leva (1:1). Le criptovalute acquistate, se richiesto, verranno poi depositate su eToroX, ovvero il cryptowallet della piattaforma.

Per usare eToroX non è necessario alcun deposito minimo di criptovalute, basta avere aperto un Conto sulla piattaforma: da lì se ne potranno acquistare successivamente delle altre.

eToro 5 stelle
etoro review logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC
  • Piattaforme: WebTrader
  • Deposito Min: $200
etoro review logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC
  • Piattaforme: WebTrader
  • Deposito Min: $200
(71% dei conti CFD retail perde denaro)