immagine in evidenza dell'articolo come iniziare a fare tradingSe hai intenzione di iniziare a investire online ma puoi contare esclusivamente su un budget molto limitato, nell’ordine di un paio di centinaia di euro, non disperare.

Prima di abbatterti, leggere questa guida ti potrà essere molto utile. Investire con budget limitato, infatti, è assolutamente possibile.

Se sei in cerca di qualche consiglio pratico e alcune dritte su come iniziare a fare trading, questo approfondimento è ciò che fa per te.

Investire online: il primo passo

Il primo passo fondamentale per iniziare a fare trading è quello di aprire un conto demo.

Come abbiamo analizzato nell’approfondimento su fbs broker demo, infatti, la prima esperienza utile da fare sui mercati finanziari non può coinvolgere denaro reale. I rischi sono troppo elevati per permettere che un principiante possa fiondarsi a testa bassa sui vari asset disponibili.

Il conto demo è una simulazione di trading che ti permette di prendere dimestichezza con tutti gli strumenti, le tecniche e le strategie di trading fondamentali. In questo modo puoi prepararti al meglio all’operatività reale.

Si tratta di un conto completamente gratuito e privo di alcun vincolo nei confronti del broker con cui lo si apre. Se impieghi il conto demo su un forex broker, infatti, sei comunque liberissimo di aprire un conto reale presso un qualsiasi altro forex broker disponibile sul mercato italiano.

Unica accortezza è quella di scegliere, per il conto demo, un broker della medesima categoria del broker con cui intendi operare in seguito: se sei interessato alle offerte ECN, dunque, scegli sempre ecn brokers sia per la demo che per, ovviamente, il conto reale.

Prova la piattaforma di FBS!

74-89% dei conti CFD retail perde denaro

Investimenti low budget: il deposito minimo

Se non hai a disposizione che poche centinaia di euro, la scelta della piattaforma deve essere vincolata anche al deposito minimo che ti viene richiesto. Il deposito minimo eToro, ad esempio, è di 200€, ma vi sono anche broker con deposito minimo inferiore a quello di eToro.

In ogni caso avrai a tua disposizione una ampia selezione di broker, motivo per cui urge una seconda cernita.

Seconda cernita: lotti di trading & leva finanziaria

Nella misura in cui ti trovi ad operare nel territorio dell’Unione Europea, devi sapere che le regolamentazioni che questa impone al settore del trading online impongono specifici limiti alla leva finanziaria.

La leva finanziaria altro non è che uno strumento di trading che ti permette di realizzare investimenti dal valore nominale più alto rispetto al denaro reale che hai investito.

Si tratta di uno strumento che, tuttavia, a fronte di grosse potenzialità, comporta anche enormi rischi, motivo per cui è oggetto di una rigida regolamentazione.

In che modo la leva finanziaria rientra nel discorso sugli investimenti low budget?

Ebbene, per realizzare un investimento è necessario coprire una certa unità di volume, detta lotto. Un lotto standard comprende all’incirca 100.000 unità di valuta base.

La maggior parte dei broker solitamente ti mette a disposizione la possibilità di investire su 0.01 lotti, ovvero realizzare un’operazione una volta che viene coperto un volume di circa 1.000 unità di valuta base.

La leva finanziaria interviene per abbassare ulteriormente il volume necessario per realizzare un’operazione.

Se decidi di operare, ad esempio, sulle principali coppie di valute sul Forex Market, avrai a tua disposizione una leva di 1:30. Invece di coprire un volume di 1.000 unità di valuta base, dunque, dovrai coprirne solo 1/30.

Detto altrimenti, potrai realizzare un investimento a partire da 33,33€. Con un deposito minimo come quello di eToro, di 200€, dunque, sarai in grado di aprire circa 6 posizioni allo stesso tempo.

Tieni a mente questo quando valuti l’offerta di un broker.

Prova la piattaforma di eToro!

71% dei conti CFD retail perde denaro

I rischi di investire online: regolamentazioni UE

Dal punto di vista della gestione dei rischi connessi al trading online, attualmente le regolamentazioni varate dall’UE hanno raggiunto uno stadio ottimale.

Rispetto ad anni fa, durante i quali chi investiva online poteva pagare una disattenzione con decine e decine di migliaia di euro di debito nei confronti del broker, attualmente questa triste possibilità è completamente scongiurata.

I broker che posseggono una licenza di anche solo una delle autorità delle nazioni membri dell’UE, infatti, sono costretti ad osservare, in particolar modo, due punti fondamentali:

  • Negative balance protection, ovvero il tuo conto non può andare in rosso, non puoi perdere più soldi di quanti non ne hai depositati sul conto del broker.

Questo viene garantito dal fatto che il margine di mantenimento di un investimento è per legge fissato al 50% del margine totale.

Il margine totale corrisponde alla cifra necessaria per aprire una posizione (33,33€, stando all’esempio di prima). Il margine di mantenimento, invece, corrisponde al valore nominale dell’investimento necessario a mantenere aperta la posizione.

Un margine di mantenimento al 50% del margine totale significa che, se il tuo investimento è in perdita, non appena il valore della tua posizione tocca i -16,67€ il broker è obbligato a far partire la Margin Call, ovvero un avviso che ti avverte dell’imminente chiusura automatica dell’investimento in questione.

Per impedire che alla Margin Call sussegua la chiusura automatica dell’investimento dovrai realizzare un ulteriore deposito, ma, se mai ti dovesse succedere di ricevere un tale avviso, chiudere la posizione è probabilmente la cosa più saggia da fare.

  • Fondo di Compensazione degli Investitori (ICF), ovvero un fondo a cui ogni broker deve destinare parte del suo capitale. Questo fondo ha un solo scopo: rimborsare gli investitori nel caso in cui il broker dovesse fallire o si dovessero verificare degli errori tecnici. In questo modo puoi godere di una garanzia sul tuo capitale.

I rischi che puoi evitare: il money management

Ultima cosa essenziale per iniziare a fare trading online è apprendere le varie tecniche e strategie di money management, un termine che racchiude una moltitudine di piccole accortezze nella gestione del proprio capitale e dei propri investimenti.

Argomento troppo vasto per trattarlo qui, ti basti sapere della necessità di studiarlo a fondo. Il money management riuscirà a rendere più efficiente e sicura la gestione del denaro, in special modo se stai investendo nel trading online.

Non si tratta di una disciplina limitata ai grossi capitali: puoi applicare tutte queste pratiche anche a somme esigue come un paio di centinaia di euro.