immagine in evidenza del articolo forex broker mt4 demo account ritardo pricingApprofitteremo di questo approfondimento sull’argomento forex broker mt4 demo account per mettere in evidenza alcuni rischi non direttamente collegati alle conoscenze tecniche che si hanno in materia di mercati finanziari.

Si tratta di rischi o anche di fattori che dipendono da condizioni esterne, quali possono essere le decisioni prese in seno al Consiglio di Amministrazione delle società in cui si intende investire, a problemi di connessione o di esecuzione propri del broker.

Per quanto un account demo sia per lo più impiegato per fare pratica e destreggiarsi nel settore, esso può anche essere impiegato per testare l’affidabilità della piattaforma. I vantaggi di un corretto impiego del conto demo possono essere approfonditi su FBS broker demo: in questa sede ci si occuperà di approfondire i rischi da fattori esterni.

 

Conto demo: perché è importante considerare il deposito minimo

I forex broker devono mettere a disposizione degli utenti un account demo: una simulazione di trading con cui poter prendere confidenza con le piattaforme di trading che il broker offre e, anche, testarne l’efficienza. Questo discorso vale per tutte le tipologie di broker, compresi gli ecn brokers.

Solitamente consiglieremmo di aprire un conto demo su una piattaforma che offre un deposito minimo interessante come eToro. In questo modo si può fare un discorso di continuità e aprire un conto reale con lo stesso broker con cui ci si è relazionati.

Fattore importante, dunque, per l’apertura di un conto demo è anche il deposito minimo della piattaforma: prima cosa da valutare e che questo rientri nelle disponibilità economiche. Ad esempio, il deposito minimo eToro ammonta a 200€: nel caso in cui non si è disposti ad investire questa somma, aprire un conto demo su eToro è del tutto inutile.

Lo sapevi che grazie al social trading non bisogna essere trader per guadagnare come un trader? APRI UN CONTO ETORO E PROVA!

(Il 75% dei conti retail CFD perde soldi)

I rischi esterni del trading

Parlando di rischi esterni collegati al trading online, intendiamo quelli che prescindono dalle conoscenze in tema di operatività finanziaria: si tratta dello slippage e del requote.

Slippage o ritardo pricing

Lo slippage è il ritardo che si viene a creare tra la nostra azione di apertura o chiusura di una posizione e la sua realizzazione. Ancor più banalmente, il tempo che intercorre tra il click e la realizzazione dell’operazione connessa.

Si tratta di un rischio che, specialmente nel caso in cui si operi su mercati volatili o si sta facendo scalping, può decidere della riuscita dell’investimento. Se si decide, infatti, di giocare tutto sul tempo, un ritardo legato all’operazione può essere fatale.

Se, invece, si investe sul lungo termine, per quanto estremamente fastidioso, lo slippage non produce necessariamente grossi danni.

Lo slippage può essere legato sia ad una connessione internet lenta o instabile sia a problemi di efficienza della piattaforma o del metodo di esecuzione del broker. In definitiva si tratta di un problema assolutamente da evitare, sia cambiando piattaforma sia affidandosi ad una connessione sicura e veloce.

Requote o apertura con il prezzo successivo

Il requote è un errore che deriva dalla momentanea impossibilità di aprire una posizione al prezzo corrente: nonostante il trader abbia dato il comando di apertura o chiusura di una posizione ad un prezzo X. Quando questo non è momentaneamente possibile, allora il broker provvede a eseguire il comando al prezzo successivo a quello desiderato.

Vien da sé che il requote, come lo slippage, specialmente in occasione di mercati volatili o di un’operatività sul brevissimo termine come lo scalping, può produrre veri e propri disastri.

Anche con il requote, le cause possono essere molteplici, da una connessione ad internet troppo lenta per permettere una tempestiva comunicazione tra l’utente e il broker, sia a problemi interni al metodo di esecuzione o all’efficienza del broker stesso.

In ogni caso, se ci si accorge che una piattaforma è predisposta a questo tipo di rischio, meglio evitarla.

Il conto demo aiuta a prevenire i rischi?

Il conto demo, essendo una simulazione, per sua stessa natura è uno strumento privo di alcun rischio. Sul conto demo si opera con denaro virtuale e per questo motivo non si rischia né di perderne né di guadagnarne.

Trattandosi di una simulazione, manca completamente la componente psicologica, legata al mettere a rischio denaro reale, a perderlo o a ricavare i primi profitti. Manca, inoltre, la percezione di rischi esterni come lo slippage o il requote: operando sul conto demo non si sta affatto operando sui mercati reali, motivo per cui non vi sono ritardi nelle operazioni.

Le comunicazioni sono immediate, tra operatore e apparato simulativo: se anche vi fossero problemi di ritardo, sarebbero interamente imputabili alla connessione internet.

In definitiva, il conto demo si conferma essere un eccellente strumento per fare pratica, approfondire le proprie conoscenze dei mercati finanziari, prendere dimestichezza con la piattaforma del broker, ma non per valutarne l’esposizione a rischi esterni.

Dove non arriva il conto demo: il deposito minimo

In questo modo si chiude questo nostro approfondimento: il conto demo è lo strumento migliore per ovviare ai rischi interni al trading online, quelli direttamente collegati alle conoscenze dei mercati finanziari e degli strumenti di analisi e di money management.

Per quanto riguarda i rischi esterni, invece, è solo il conto reale che può venire in aiuto.

Aprire un conto reale con deposito minimo, dunque, si conferma essere il naturale prolungamento dell’account demo: il terreno in cui fare esperienza dei rischi esterni che abbiamo elencato poc’anzi:

  • Fattore psicologico, legato alla percezione del rischio di perdere denaro o all’euforia connessa al profitto;
  • Slippage o Requote, dipendenti, nella migliore delle ipotesi, ad una connessione poco veloce o, nella peggiore, a difetti propri del broker;

Le offerte dei migliori forex broker prevedono depositi minimi relativamente bassi proprio per questo motivo: gli utenti possono completare l’esperienza fornita dall’account demo rischiando poco denaro.

Come non ci stancheremo mai di affermare, il denaro depositato su un conto reale con deposito minimo è da considerarsi ormai irraggiungibile e per questo è necessario che si investano solo i soldi che non servono per coprire le spese necessarie (affitto, bollette, cibo, etc.).