immagine in evidenza dell'articolo forex no spreadFare trading forex può essere un’attività molto profittevole se fatta in maniera professionale.

Individuando le giuste tendenze di mercato e aprendo posizioni al momento giusto si possono ottenere rendimenti di rilievo, ma c’è sempre un aspetto da non sottovalutare ed è quello relativo agli spread e alle commissioni.

Per negoziare sul Forex online, oggi i traders devono fare i conti con gli spread, unica vera forma di pagamento da corrispondere ai forex broker, i providers di servizi finanziari attivi in tutta Europa e nel mondo.

Se sei qui è probabile che tu stia cercando una soluzione per il forex a zero spread.

Certo, a chi non piacerebbe investire online senza doversi sobbarcare lo spread? Sarebbe come investire online gratis, ma bisogna ricordare che anche i broker hanno i loro costi di gestione e devono giustamente guadagnare qualcosa dalla loro attività.

Ma un forex trading a zero spread in qualche modo è possibile?

Trading zero spread: come stanno le cose

Intanto proviamo a chiarire bene il concetto di spread.

Ogni mercato ha uno spread e lo stesso vale per il forex. Uno spread è semplicemente definito come la differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita di un’attività sottostante. I trader che hanno familiarità con le azioni lo considerano sinonimo del Bid / Ask spread, ovvero il differenziale tra domanda e offerta.

Proviamo a vedere un esempio dello spread del forex calcolato per la coppia EUR/USD. Per prima cosa, supponiamo che il prezzo di acquisto sia a quota 1,1344, per ottenere lo spread si va a sottrarre il prezzo di vendita, sempre ipotetico, di 1,1342. Quello che rimane dopo questo processo è un numero: 0,0002.

Lo spread, come noto, si misura in pips, bisogna ricordare che il valore in pip viene identificato sull’EUR/USD come la 4a cifra dopo il decimale, rendendo lo spread finale calcolato come 2 pip. Questo differenziale esiste praticamente sempre, più o meno “largo che sia”.

Come possono fare allora i broker a garantire un trading a zero spread?

Trading e spread: messaggi fuorvianti?

A volte bisogna stare bene attenti a quello che si legge, anche e soprattutto nelle pubblicità dei broker. Molto spesso si può leggere nelle offerte di alcuni providers che è possibile negoziare a zero spread fisso, ma a ben vedere questa promessa è una chimera. Se così fosse come farebbe il broker a guadagnare? È chiaro che si tratti solo di un messaggio promozionale.

La maggior parte dei broker che dicono di offrire il trading forex senza spread in realtà si fa pagare in altro modo: attraverso commissioni.

Come si calcolano?

La commissione viene calcolata per lotto (ricordiamo che un lotto è l’equivalente di 100.000 €). Nella maggior parte dei casi una commissione ammonta a meno di 10 € su lotti standard.

Facendo un esempio di calcolo commissione pensiamo al tipico caso in cui un trader apra una posizione basata su un micro lotto (1000 €). In questo caso la commissione ammonterà a 10 centesimi di euro. Il pagamento di tale commissione può avvenire in diverse modalità in base all’offerta del broker.

In generale, il pagamento può avvenire in base ai seguenti metodi:

  • Round-turn
  • Per 100k traded

Queste modalità sono spesso offerte dagli ECN brokers. A volte i broker omettono di specificare le modalità di pagamento delle commissioni, ma in questo caso esso avverrà interamente all’inizio o alla fine dell’operazione.

Forex a zero spread reale: qualcuno lo offre?

Sono pochissimi i brokers che offrono un reale trading a zero spread tra questi c’è il caso del broker FBS, intermediario disponibile anche con annesso conto demo (approfondimento qui: FBS broker demo).

Su FBS esiste un account a 0 spread fissi sul Forex chiamato proprio “account Zero Spread”. Ovviamente anche FBS si avvale delle commissioni per guadagnare anche nel caso fosse aperta questa tipologia di account. La commissione ammonta a 20$/lotto e il deposito minimo richiesto è di 500$.

Il problema è che il conto a zero spread per il Forex di FBS non è disponibile in Europa, ma solo al di fuori di essa. Di conseguenza, non è possibile per i residenti in Italia aprire questa tipologia di conto con FBS, sebbene l’offerta del broker resti di tutto rispetto e molto interessante da provare.

Broker con Spread vicino allo zero?

Se fare trading a zero spread non è possibile, ci si può comunque rivolgere a piattaforme con spread che siano vicini allo zero.

Con broker come IC Markets ad esempio, lo spread sulla coppia EUR/USD ammonta a 0.10 e lo stesso dicasi per HotForex broker con deposito minimo a 200 € (stesso ammontare richiesto da altro piattaforme come eToro: deposito minimo 200 €) e 49 coppie forex disponibili.

Per quanto riguarda piattaforme che applicano spread nella media, ma molto vantaggiose, segnaliamo proprio eToro un broker con deposito minimo basso. Nella sua offerta rientrano molte caratteristiche interessanti come ad esempio la possibilità di fare trading automatico copiando le operazioni di altri investitori.

IC Markets 5 stelle
IC Markets review logo
  • Regolamentato: ASIC
  • Piattaforme: MT4, MT5, cTrader
  • Deposito Min: $200
IC Markets review logo
  • Regolamentato: ASIC
  • Piattaforme: MT4, MT5, cTrader
  • Deposito Min: $200
(Il 74-89% dei conti retail CFD perde soldi)