immagine in evidenza del post interactive brokers free demo account cosa fare e cosa non fareLa piattaforma demo si presenta come una simulazione dalle infinite possibilità e spesso conduce gli utenti a farsi idee sbagliate e ad affidarsi a false impressioni.

Questo ragionamento vale in particolar modo per l’Interactive brokers free demo account, un account demo illimitato, per il quale è prevista l’inesauribilità dei fondi della simulazione.

Detto altrimenti, nel caso in cui si dovessero esaurire il denaro virtuale concesso dall’account, questo verrebbe automaticamente riportato al suo valore iniziale.

In questa sede ci occuperemo di illustrare, attraverso l’account demo di Interactive brokers, ciò per cui un conto demo risulta essere utile e quali errori, invece, vanno evitati.

Trattandosi di una simulazione di trading, di preparazione all’impiego di denaro reale in un conto reale, infatti, l’acquisizione di pratiche e abitudini errate possono rivelarsi poi dannose in futuro.

Account demo: Interactive brokers e FBS, due piattaforme a confronto

Una distinzione particolarmente utile per iniziare ad addentrarsi nell’argomento è quella proposta da due tipologie di account demo. Da un lato abbiamo l’Interactive brokers free demo account, dall’altro l’fbs broker demo.

Interactive Brokers è uno dei tanti forex broker che mette a disposizione un account illimitato e che non prevede alcuna chiusura per inattività. Si può aprire un conto demo e tornare sulla piattaforma dopo anni trovando la propria situazione pressoché inalterata.

FBS, invece, è una piattaforma che prevede una limitazione nell’impiego del proprio account demo. Dopo 90 giorni, infatti, a meno che non si richieda un estensione all’assistenza clienti, il conto demo non sarà più disponibile.

Vi sono alcuni tra i migliori forex broker che presentano limitazioni anche più rigide, arrivando a periodi di prova di poche settimane. 90 giorni è un periodo ragionevole per testare la serietà degli utenti.

Entrambe i broker mettono a disposizione l’account demo per ognuna delle piattaforme con cui permettono di fare trading, il che risulta estremamente utile per provare con quale di queste ci si trova più a proprio agio.

Ulteriore differenza da tenere in considerazione è che Interactive Brokers mette a disposizione un’offerta ibrida, che prevede anche un ECN account. Si tratta di una tipologia di account con la quale poter fare trading a zero Spread, con commissioni per ogni lotto di trading.

In generale sconsigliamo ai trader principianti di operare con un’offerta da ecn brokers, in quanto il trading con commissioni è qualcosa che solo un professionista può padroneggiare adeguatamente. Il fatto che sia disponibile sulla piattaforma e che, di conseguenza, si rende accessibile con un account demo, tuttavia, è particolarmente utile anche solo per provare perché lo sconsigliamo.

In generale si tratta di due piattaforme che, come si può intuire dal tipo di account demo, hanno un rapporto completamente diverso con l’utente. FBS è un broker che tende a relazionarsi con l’utente fin dal principio: la necessità di interagire con l’assistenza clienti dopo i primi 3 mesi e un’offerta orientata all’operatività con piccole somme ne sono testimoni.

Interactive Brokers, invece, punta più ad una pluralità di scenari. L’utente ha a sua disposizione una scelta ampia tra 4 diverse piattaforme (Client Portal, TWS Desktop, IBKR e API IBKR), tutte disponibili in versione demo, e tra una molteplicità di account, compreso un ECN account.

Due approcci diversi che convergono, tuttavia, in un’unica finalità: preparare l’utente ad investire denaro reale.

Conto demo: cosa fare

Le cose che bisogna necessariamente fare su un account demo per massimizzare le possibilità formative permesse dalla simulazione sono:

1.    Prendere familiarità con le piattaforme

Punto fondamentale, comprendere quale tra le piattaforme offerte dal broker più si addice alle proprie necessità e con quale di queste operare risulta essere più naturale.

Specialmente se si prende in considerazione una piattaforma come Interactive Brokers, che presenta ben 4 piattaforme, questa prima familiarizzazione è importante.

2.    Impiegare la demo in parallelo allo studio dell’analisi tecnica e analisi fondamentale

Studiare analisi tecnica e fondamentale è ciò che rende un aspirante trader tale: si tratta dei due principali strumenti che un trader deve possedere. Studiare un titolo per ricavarne una previsione sulla quale investire è impossibile senza analizzarne il grafico (analisi tecnica) o i dati inerenti al contesto nel quale il titolo è inserito (news, geopolitica, dati aziendali, etc.), che costituiscono l’analisi fondamentale.

Iniziare ad operare sulla simulazione, anche se commettendo sbagli, nel mentre si studia è molto importante per capire perché vi sono certe regole e cosa queste vogliono significare a livello pratico.

3.    Simulare

Che una simulazione serva a simulare è lapalissiano. Quando tuttavia affermiamo che con il conto demo si deve simulare l’operatività reale, intendiamo che è necessario farlo in ogni suo aspetto.

Ti troverai meglio dopo se simulerai operazioni basandoti sull’esatto importo del deposito minimo che andrai poi a realizzare. Se, ad esempio, si tiene conto che il deposito minimo eToro è di 200€, nonostante il conto demo possa mettertene a disposizone 100.000€, risulterà più utile suddividere quei 100.000€ in tante porzioni da 200€ l’una e operare con una di queste alla volta.

Inoltre farai bene a simulare impiegando tutti gli strumenti che la demo ti mette a disposizione.

Solo in questo modo potrai essere quanto più pronto possibile ad operare denaro reale, il tuo denaro.

Prova la piattaforma di eToro!

75% dei conti CFD retail perde denaro

Conto demo: cose da evitare a tutti i costi

Le cose da evitare a tutti i costi quando si opera su un conto demo derivano tutte dalla natura simulata del conto. Come vedremo sono tutti errori che partono dal considerare l’account demo esclusivamente come un gioco, per poi, invece, arrivare a prenderlo sul serio.

Vediamo approfonditamente:

1.    Muoversi a casaccio

Uno degli errori più diffusi e che poggia sulla particolare propensione di alcune persone a non prestare la dovuta attenzione alle informazioni che legge. Quando si afferma che il trading online è un settore rischioso e che è necessario studiarne attentamente regole e dinamiche, non si tratta di un suggerimento.

Simili affermazioni sono d’obbligo perché è la realtà dei fatti e non prestare ascolto porta necessariamente all’impiego dell’account demo come una specie di flipper. Si premono tasti a caso e quando poi ci si è stancati di non capire ciò che si sta facendo, si passa al conto reale.

Risultato?

Chiedilo a quel 75% di investitori che ancora oggi perde soldi nel trading online.

2.    Sperperare

Il conto demo non è un videogioco allo stesso modo in cui, per un cadetto dell’areonautica, le simulazioni di volo non sono divertenti. Si tratta di banchi di prova per lo step successivo e che pertanto lo devono riflettere in tutto.

Investire tutto il deposito virtuale in poche operazioni, sapendo che se verrà perduto sarà ripristinato, non aiuta a comprendere assolutamente nulla.

Sperperare per il puro gusto di farlo in simulazione può essere giustificato dalla curiosità una prima volta, ma solo se è seguito da una pratica successiva corretta e ortodossa.

3.    Credere ciecamente

Il terzo errore è anche quello più pericoloso. Si tratta di una tentazione comune di chi arriva a fine percorso. Se si è completato il proprio apprendistato con il conto demo, si è portati a credere che i medesimi profitti virtuali che hanno caratterizzato l’operatività simulata possano poi essere replicati con il conto reale.

Errore fondamentale in quanto l’account demo è solo verosimile: difficilmente i movimenti dei titoli sull’account demo potranno mai essere replicati dagli asset reali e fare troppo affidamento sulle proprie abilità dimostrate in demo rischia di lasciare con poco meno che un pugno di mosche in mano.

La cautela è la migliore virtù una volta che si passa all’operatività reale.

In conclusione

Questi errori e questi consigli valgono per qualsiasi piattaforma si decida di impiegare, sia essa Interactive Brokers o l’account demo di un broker come fbs.

Procedere con raziocinio è in generale ciò che, nel trading online, permette di fare progressi e di tracciare un sentiero promettente dinanzi a sè.

FBS 5 stelle
FBS review logo
  • Regolamentato: CySEC, IFSC
  • Piattaforme: MT4
  • Deposito Min: $1
FBS review logo
  • Regolamentato: CySEC, IFSC
  • Piattaforme: MT4
  • Deposito Min: $1
(Il 74-89% dei conti retail CFD perde soldi)