Introdursi nell’allettante mercato delle valute è, negli ultimi tempi, una delle principali scelte dei traders online.

Il problema sorge se per aprire un account e negoziare sugli asset scelti, c’è bisogno di depositare cifre ingenti.

L’introduzione di apposite piattaforme online ha reso il mondo delle finanze più accessibile, sia per coloro che non dispongono di un capitale elevato da investire, sia per coloro che non hanno alcuna esperienza nel settore.

Per approfondire l’argomento, noi di Investingoal.it forniremo una selezione dei migliori broker Forex che non richiedono un deposito minimo per iniziare.

Cos’è il deposito minimo?

Il deposito minimo iniziale non è altro che la cifra richiesta dal broker per ottenere un account ed accedere ai servizi forniti dalla propria piattaforma.

Spesso, si tratta di cifre abbastanza abbordabili (anche 10 euro), così da sbaragliare la concorrenza e accaparrarsi un numero più elevato di utenti.

Infatti, si tratta di un elemento a cui molti trader prestano attenzione, poiché influisce sulle possibilità di accedere o meno ai mercati finanziari.

Naturalmente, per i traders principianti è naturale volersi muovere con cautela e iniziare con un capitale contenuto, così da non rischiare di perdere tutto.

Molti si chiedono quale sia lo scopo di stabilire un deposito minimo. Il motivo è legato non ai trader, ma ai broker, cioè coloro che si occupano della piattaforma selezionata e svolgono il ruolo di intermediari tra gli utenti e i mercati stessi.

Si tratta di una sorta di barriera, ritenuta utile per capire se un investitore è realmente interessato al trading o voglia solo vedere come funzionano queste soluzioni d’investimento sul Web.

Bisogna poi chiarire che, iniziare con una cifra bassa, non potrà condurre a grandi risultati in tempistiche brevi.

Molti traders preferiscono evitare spese simili per iniziare la propria attività di compravendita online. Per tale ragione, saranno proposti i brokers più apprezzati dalla community online che non richiedono un deposito minimo.

Broker forex senza deposito minimo: quali sono i migliori?

Prima di elencare, nel dettaglio, quali sono gli eventuali broker migliori da poter selezionare per accedere al mercato Forex, è necessario comprendere che esistono dei requisiti fondamentali che ogni piattaforma dovrebbe rispettare.

Prima di tutto, per operare in totale sicurezza, è essenziale verificare che il broker scelto sia legalmente autorizzato ad operare. Più precisamente, bisogna controllare che sia regolamentato da specifici organi di controllo, il cui fine è tutelare e salvaguardare l’interesse dei traders.

Inoltre, le piattaforme migliori sono contraddistinte da un’estrema semplicità d’utilizzo, così da agevolare anche i meno esperti e non richiedono costi di gestione o commissioni.

1. Investire con Oanda

Broker con sede legale a San Francisco, è dotato della supervisione della CONSOB, ente di controllo italiano.

Con utenti in tutto il mondo, Oanda compare sempre tra i broker più scelti per investire sulle coppie di valute più appetibili sul mercato.

Offre una piattaforma assolutamente gratuita; non richiede alcun costo per accedere e usufruire dei propri servizi.

Di conseguenza, sarà possibile aprire posizioni anche con cifre veramente basse, utilizzando piattaforme adatte alle proprie capacità.

Probabilmente una pecca di Oanda riguarda gli spread: sono fluttuanti. Ciò significa che il broker di origine canadese non propone spread fissi e non è possibile elaborare eventuali paragoni sulle tariffe offerte da altre piattaforme.

Nonostante ciò, i principianti hanno l’opportunità, non solo di accedere ad Oanda senza versare nulla per aprire il conto, ma di iniziare con una simulazione di trading.

Si tratta di uno strumento vantaggioso per far pratica, testando l’efficacia delle strategie elaborate senza correre rischi: si utilizza del denaro virtuale.

OANDA

  • Regolamentazioni: CFTC, DFSA, IIROC, MAS, NFA, FSA
  • Deposito minimo: $1
  • Piattaforme: Oanda Platform
  • Voto InvestinGoal: 4.1/5


77% dei conti CFD retail perde denaro

2. Investire con IC Markets

Broker Forex australiano, comparso nel mondo del trading nel 2007, detiene le regolamentazioni necessarie per offrire i propri servizi legalmente.

Tra i punti di forza della piattaforma, bisogna menzionare gli spread bassi, spesso inesistenti. Ad esempio, IC Markets è apprezzato per gli spread competitivi che offre sulla coppia EUR/USD.

Sono disponibili due differenti piattaforme da poter utilizzare in base alle proprie necessità e diverse tipologie di conto, tra cui quello demo.

Per quanto riguarda l’offerta sul Forex, risulta abbastanza variegata: sono disponibili circa 65 coppie di valute su cui poter puntare.

Un’ulteriore caratteristica a favore di IC Markets è il centro di formazione proposto agli utenti, più che utile per acquisire le conoscenze necessarie sul Forex e le sue potenzialità.

Naturalmente, non richiede alcun deposito minimo. Il broker, però, per trasparenza consiglia di depositare almeno 200 euro, così da poter avere un margine di manovra più ampio sugli investimenti futuri.

IC MARKETS

  • Regolamentazioni: ASIC
  • Deposito minimo: $200
  • Piattaforme: MT4, MT5, cTrader
  • Voto InvestinGoal: 4.8/5


74-89% dei conti CFD retail perde denaro

3. Investire con XTB

Broker in attività dal 2002 e dotato delle certificazioni necessarie per operare online, è sicuramente sul podio tra i leader del trading.

Si tratta di uno dei broker ritenuti più validi per accedere al Forex per diversi fattori che lo rendono sicuro, serio ed efficiente in termini di rendimenti.

Gli utenti possono selezionare sia il conto Standard, adatto ai novizi trader, che quello Pro.

Con la disponibilità di 48 coppie di valute, spread bassi e una leva pari a 1:30, XTB è, indubbiamente, una piattaforma competitiva.

Propone anche due piattaforme tra cui scegliere, così da soddisfare le esigenze di ogni tipologia d’investitore.

Anche in questo caso non c’è bisogno di versare alcuna somma per aprire un conto, ma il broker consiglia di iniziare con almeno 200 euro per avere una gestione del proprio piano d’investimenti improntata verso una rilevante crescita.

XTB

  • Regolamentazioni: FCA, IFSC, KNF, CNMV
  • Deposito minimo: $250
  • Piattaforme: MT4, xStation5
  • Voto InvestinGoal: 4.3/5


79% dei conti CFD retail perde denaro

4. Investire con CMC Markets

Con anni di esperienza alle spalle, CMC Markets fu fondato da un imprenditore britannico. Opera, grazie alle dovute regolamentazioni, in ben 15 Paesi, affermandosi tra i broker più scelti dagli investitori online.

CMC Markets offre due tipi di conto da poter aprire e, in più, un conto demo gratuito con cui iniziare (si può provare a tal riguardo al un altro broker con conto dimostrativo, clicca qui: FBS broker demo).

Con spread bassi e competitivi, consente di operare sul Forex con una piattaforma all’avanguardia e ricca di funzioni da poter sfruttare a proprio vantaggio.

Naturalmente, non è richiesto un deposito minimo, ma sarebbe più consono negoziare sulle valute avendo un margine di manovra più ampio.

CMC Markets

  • Regolamentazioni: FCA
  • Deposito minimo: $200
  • Piattaforme: CMC Platform, MT4
  • Voto InvestinGoal: 3.8/5


80% dei conti CFD retail perde denaro

5. Investire con Naga Markets

Società autorizzata e legalmente regolamentata, è registrata a Cipro. Si tratta di un broker attento ai propri utenti e alle loro esigenze.

Difatti, offre una piattaforma di Social Trading (che ricordiamo è offerto anche da eToro broker con deposito minimo basso), con cui interagire e copiare investitori personalmente selezionati. Ciò consente di ottenere eventuali profitti anche se si è alle prime armi e di comprendere come funziona il mercato Forex, il più liquido e caotico al mondo.

Consente di aprire un solo conto, ma è possibile partire con la modalità demo.

Naga Markets risulta tra i pochi brokers europei che accettano depositi in crypto: caratteristica interessante per traders dinamici e attenti agli asset più scambiati sul mercato.

Con una leva massima di 1:30, Naga non richiede alcun deposito minimo e tenta di creare terreno favorevole ai propri clienti, dai meno esperti a coloro che si sono già affermati nel settore.

NAGA TRADER

  • Regolamentazioni: CySEC
  • Deposito minimo: $1
  • Piattaforme: Proprietaria
  • Voto InvestinGoal: 4/5


79.67% dei conti CFD retail perde denaro

6. Investire con AxiTrader

Broker con sede in Australia e operante in rispetto delle normative imposte, opera in diversi Paesi del mondo, improntando la propria attività soprattutto sul Forex.

AxiTrader è apprezzato per l’alta leva finanziaria e gli strumenti di supporto che offre ai propri utenti, così da migliorare la loro esperienza da traders.

Propone due tipologie di conti, caratterizzati entrambi da spread bassi e gestibili a seconda della propria esperienza.

Con commissioni assenti ed un deposito minimo pari a 0, il broker australiano semplifica il cammino verso un trading consapevole grazie al conto demo e alla formazione gratuita per i propri clienti.

AXITRADER

  • Regolamentazioni: ASIC, FCA
  • Deposito minimo: $200
  • Piattaforme: MT4
  • Voto InvestinGoal: 4.3/5


74% dei conti CFD retail perde denaro

Fare trading con poco: conviene?

Per ottenere dei risultati importanti dalla propria attività di trading online, risulta chiaro che è necessario muovere una determinata somma di denaro.

Depositare cifre basse non significa partire svantaggiati, ma sicuramente potrebbe risultare più complicato gestire i propri investimenti.

Da rischi più elevati, si traggono i benefici migliori. Nonostante ciò, per i principianti, è consigliabile muovere un passo alla volta prima di puntare il tutto per tutto sul Forex.

Tutto ciò è utile per comprendere che, anche se si selezionano broker Forex validi e che non richiedono un deposito minimo iniziale, è sempre meglio partire con una somma di almeno 200 euro (ad esempio il deposito minimo eToro è di 200€).

Dopo aver effettuato un deposito minimo contenuto ed aver acquisito la sicurezza necessaria per negoziare in maniera seria, sarà più semplice effettuare depositi maggiori e, di conseguenza, avere chances di rendimenti più elevate sia con gli ECN brokers che con i markets makers.