immagine in evidenza dell'articolo indicatori per scalping forexQuando si parla di scalping sul Forex Market nulla descrive al meglio questa strategia di investimento dell’espressione “mordi e fuggi”: si tratta letteralmente di realizzare investimenti fulminei, atti a cavalcare i micro-trend temporanei, della durata di qualche minuto, e rosicchiare quanti più pips possibile.

In questo approfondimento ti elencheremo alcuni dei migliori indicatori per scalping forex, oltre a porti in evidenza altri aspetti particolari di questa strategia di investimento.

Non possiamo iniziare, tuttavia, senza farti una preliminare avvertenza: non tutti i forex broker permettono di fare scalping, quindi è meglio informarsi sempre prima di registrarsi. Dedicheremo, non a caso, anche un paragrafo particolare all’aspetto dei requisiti per poter fare scalping sul forex.

Indicatori per scalping forex: quali e perché

Gli indicatori per fare scalping forex devono obbedire ad una serie ben definita di necessità. L’investitore che va a fare scalping su un titolo del forex market, infatti, ha bisogno di identificare in poco tempo i segnali di ingresso sul mercato, e necessita che questi stessi siano sufficientemente affidabili da non portarlo a commettere errori.

Il grafico deve restare il più semplice e pulito possibile: anche i trader esperti non vanno quasi mai ad applicare più di un paio di indicatori al grafico. Del resto con lo scalping i valori di Stop Loss e Take Profit sono già stabiliti, motivo per cui non vi è necessità di andare ad applicare indicatori di Supporto e Resistenza, che possano fornire indicativamente gli estremi dell’investimento.

Quindi, rapidità e accuratezza. Ecco perché gli indicatori di trend sono particolarmente utili, specialmente se si decide di fare scalping su 1 minuto, ovvero impostare la periodizzazione del grafico del titolo in questione su 1 minuto.

SMI: Stochastic Momentum Index

Si tratta di un indicatore di trading estremamente popolare anche al di fuori dello scalping. Si tratta di un indicatore tecnico che, tuttavia, riesce a fornire segnali molto precisi. L’oscillatore stocastico di cui si compone, infatti, è anche un ottimo indice della forza del trend del titolo sul quale si va ad investire.

L’SMI si compone di un oscillatore stocastico particolare e di una Media Mobile Esponenziale, calcolata solitamente su 14 periodi.

I valori significativi permettono di individuare tre fasce:

  • Fascia di iper-comprato, che si posiziona al di sopra di +40. Una volta che l’oscillatore supera questa linea si ha un chiaro segnale di ingresso rialzista;
  • Fascia di iper-venduto, che si posizione al di sotto della linea di -40. Una volta che l’oscillatore supera in negativo questa linea, si ha un segnale di ingresso ribassista;
  • Fascia intermedia, da -40 a +40, con lo 0 che indica la transizione da una micro-fase a bassa volatilità ribassista a una rialzista e viceversa;

Oltre a questi segnali l’SMI permette anche di ricavarne altri in base al comportamento della EMA. I segnali provenienti dall’EMA servono a confermare o meno quelli dell’oscillatore.

Se l’EMA interseca dal basso verso l’alto l’oscillatore si avrà un segnale rialzista. Al contrario, se lo interseca dall’alto verso il basso, si avrà un segnale ribassista.

Medie Mobili Esponenziali

Si tratta di un altro indicatore particolarmente indicato per la tua attività di scalping sul forex.

Le Medie Mobili Esponenziali, in particolar modo, essendo calcolate sulla base dei dati più recenti di un titolo, vanno ad aderire meglio al grafico e si prestano maggiormente ad una attività sul brevissimo periodo come lo scalping.

In generale è consigliato di inserire sul grafico ben due EMA, delle quali una calcolata su 9 periodi e l’altra su 20 periodi. In questo modo una terrà conto maggiormente dell’andamento del titolo e l’altra, invece, terrà in considerazione la forza dei movimenti.

L’intersezione delle due produce un segnale di trading. Più precisamente un segnale rialzista se l’EMA su 9 periodi interseca quella a 20 periodi dal basso verso l’alto, si ha un segnale rialzista. Se, invece, l’intersezione avviene dall’alto verso il basso, si ha un segnale ribassista.

W%R: William Percent Range

Si tratta di un indicatore simile allo stocastico, con la differenza che il range di valori entro cui si muove l’oscillatore è di tutt’altra natura.

Il calcolo del W%R, infatti, ne condiziona i valori sicché l’oscillatore si muove tra 0 e -100, con i valori significativi posizionati a -20 e -80, tali da individuare tre fasce:

  • Fascia iper-comprato, da 0 a -20. Il segnale di ingresso lo si ha quando l’oscillatore interseca la linea di -20, dall’alto (segnale ribassista) o dal basso (segnale rialzista);
  • Fascia iper-venduto, da -80 a -100. Il segnale di ingresso lo si ha quando l’oscillatore interseca la linea di -80, dall’alto (segnale ribassista) o dal basso (segnale rialzista);
  • Fasce intermedia, da -20 a -80, entro cui sono comprese le oscillazioni intermedie. In questi casi l’indicatore va preso come punto di riferimento unicamente se il titolo sta attraversando una fase ad alta volatilità, per cui un’oscillazione può coprire anche 20 pips;

L’indicatore W%R risulta essere particolarmente indicato per le operazioni di scalping proprio in quanto rende conto delle micro-oscillazioni di un titolo e permette di farsi un’idea anche della forza di ciascun momento, in modo da valutare effettivamente l’operazione da fare.

Mordi e fuggi: come fare e a quali condizioni

Non per ultimo, la tattica del mordi e fuggi tipica dello scalping sul forex market richiede caratteristiche ben precise da parte delle piattaforme di trading online con cui si desidera operare. Non è affatto detto, ad esempio, che i migliori forex broker lo siano anche per lo scalping.

Il costo di commissioni e spread è infatti primario nella scelta di uno Scalping broker. Per questo motivo, gli ecn brokers, che a cambio di una piccola commissione forniscono spread quasi nulli, sono i broker più adatti adatti per applicare lo scalping sul forex market.

Parimenti bisogna controllare le caratteristiche sui volumi di trading, in modo da capire quanto margine operativo ti può dare, ad esempio, il deposito minimo eToro, di 200€, o il deposito minimo di altri broker come eToro.

Non da ultimo, devi controllare anche le offerte relative all’account demo, la cui importanza è stata oggetto dell’approfondimento su fbs broker demo.

Tutto questo e potrai dirti pronto a iniziare a fare scalping sul forex market.

FBS 5 stelle
FBS review logo
  • Regolamentato: CySEC, IFSC
  • Piattaforme: MT4
  • Deposito Min: $1
FBS review logo
  • Regolamentato: CySEC, IFSC
  • Piattaforme: MT4
  • Deposito Min: $1
(Il 74-89% dei conti retail CFD perde soldi)