immagine in evidenza dell'articolo ripple plus500Investire in criptovalute sta diventando sempre più popolare: sembrano passati secoli da quanto BTC si affacciava su mercati finanziari e veniva scambiato a 3 dollari per pezzo.

Il settore di strada ne ha fatto in questi pochi anni: oltre alla famosa ascesa di Bitcoin, sono nate diverse criptovalute alternative, ognuna con le proprie specificità e caratteristiche.

Tra queste una delle più interessanti è Ripple, criptovaluta nata nel 2012 ed oggi terza valuta digitale per capitalizzazione.

La conoscenza di questa criptovaluta deve essere una priorità per qualsiasi trader, poiché presenta delle peculiarità che potrebbero, a detta di molti, risultare decisive tra qualche anno.

Come per tutti gli asset, bisogno capire quale sia il miglior modo per investirci su: sono, infatti, moltissime le metodologie possibili ma non tutte efficaci allo stesso modo.

Secondo le molte opinioni su Plus500, questa piattaforma è tra le migliori possibili, sia in generale, sia per ciò che riguarda la compravendita di criptovalute, per cui se ne consiglia caldamente l’utilizzo.

Vediamo allora 5 utili consigli per tutti gli investitori, esperti e non, che stanno pensando di investire in Ripple.

Plus500 5 stelle
Plus500 logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC, MAS, IE Singapore, FMA, SA FSP
  • Piattaforme: Proprietary
  • Deposito Min: $100
Plus500 logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC, MAS, IE Singapore, FMA, SA FSP
  • Piattaforme: Proprietary
  • Deposito Min: $100
(Il 76.4% dei conti retail CFD perde soldi)

Conoscere Ripple

Il primo consiglio potrà apparire un po’ scontato, e forse lo è per davvero, ma non per questo è minore la sua importanza. Si tratta forse di una dritta da considerare per tutti gli investimenti finanziari.

Conoscere la storia e le caratteristiche dell’asset su cui investiamo è di fondamentale importanza, soprattutto quando si tratta di criptovalute, le quali risultano molto diverse tra di loro e necessitano anche di diversi tipi di approccio.

Ripple ha pochi anni di storia: nasce infatti nel 2012 con lo scopo di risolvere alcuni dei difetti presenti in altre criptovalute. Ripple non solo assicura transazioni istantanee e gratuite, ma soprattutto ne consente la collaborazione con molti istituti finanziari internazionali e addirittura con il governo degli Stati Uniti.

Questo grazie alla struttura della moneta, definita centralizzata. Si tratta di un dettaglio deciso per la comprensione di questa criptovaluta, poiché le consente di rimanere più stabile delle rivali principali.

Bitcoin traino del settore

Per quanto si tratti di criptovalute molto diverse tra loro, Bitcoin e Ripple rimangono strettamente connesse.

Questo a causa della struttura del mercato di criptovalute, così tanto influenzata da Bitcoin, che si può considerare quest’ultima come la vera e propria locomotiva del settore.

Ciò che accade è molto semplice: se Bitcoin sale, Ripple e le altre criptovalute saliranno di conseguenza, se Bitcoin scende, anche le altre seguiranno il trend.

Questo discorso vale in maniera molto generale e non tiene conto delle situazioni peculiari che comunque hanno una loro importanza: non a caso abbiamo visto negli anni anche exploit di altre valute digitali senza il contributo di Bitcoin, tuttavia si tratta di situazioni ancora piuttosto rare.

Analizzare grafici e storico della valuta

Questo vale per qualsiasi asset, soprattutto per ciò che riguarda un asset rivoluzionario e anomalo come Ripple.

Analizzare i trend passati può aiutare tantissimo in questo settore, poiché molte situazioni tendono a ripetersi e conoscere il passato di un asset può essere davvero molto utile per prevederne gli sviluppi futuri.

Tuttavia, proprio perché il mercato delle criptovalute è ancora giovane, non è raro che le aspettative vengano disattese, sia in positivo che in negativo.

Studiare i grafici e conoscere la situazione “fondamentale” rimane comunque l’unico mezzo per studiare Ripple, dunque non vanno assolutamente sottovalutati

Lo sapevi che grazie al social trading non bisogna essere trader per guadagnare come un trader? APRI UN CONTO PLUS500 E PROVA!

(Il 76.4% dei conti retail CFD perde soldi)

Conoscere le regole sulla leva di Plus500

Come abbiamo detto in precedenza, investire con Plus500 può essere molto vantaggioso, come traspare anche da questa guida sulle opinioni di Plus500.

Pertanto la piattaforma va conosciuta e studiata quanto lo stesso asset. Di primaria importanza è capire le disposizioni riguardanti la leva finanziaria, strumento troppo importante per non essere analizzato attentamente.

Per tutti coloro che non conoscessero questo strumento, basti sapere che la leva finanziaria serve generalmente a moltiplicare per x volte l’importo sull’investimento.

In questo modo è come se venissero investiti molti più soldi di quelli che disponiamo, permettendoci di guadagnare anche di più.

Ovviamente può essere una lama a doppio taglio, poiché in caso di investimento sbagliato, perderemo anche di più.

Per questo motivo, le regole sulla leva finanziaria sono molto severe, soprattutto quando si tratta di criptovalute, asset volatile per eccellenza.

Plus500 rispetta le direttive europee, pertanto la leva finanziaria su criptovalute sarà fissa a 2:1, la più bassa possibile dunque.

Questo livello è fisso per legge, dunque non è possibile aumentare in nessun modo questo valore.

XRP su Plus500 è disponibile solo in CFD

Altro aspetto da conoscere è quello inerente al tipo di investimento consentito dalla piattaforma. Su Plus500 tutti gli asset presenti, quindi anche Ripple, sono disponibili solo in CFD.

Si tratta di uno strumento finanziario molto utile, poiché permette di investire anche al ribasso, dando il meglio di sé proprio con asset molto volatili come le criptovalute.

Tuttavia, utilizzando questa modalità di investimento, non saranno davvero possedute le azioni o le valute su cui si investe, poiché anziché acquistarle in senso proprio, si specula sulle oscillazioni di valore.

Pertanto, non si potranno spostare i propri XRP su un ewallet o portafogli online perché l’investitore non le possiede davvero.

In caso di trend negativi o crisi di settore, i CFD si mostrano molto utili, poiché potendo investire anche al ribasso, si potrà trarre profitto anche da eventuali crisi economiche.

Investire in Ripple con Plus500: conclusioni finali

Concludiamo ricordando l’importanza dell’approfondimento di ogni aspetto del trading online prima di avventurarsi in qualsiasi iniziativa.

Abbiamo visto quante cose meritano di essere poste sotto la lente d’ingrandimento prima di investire in Ripple, e questo vale per ogni altro asset.

A tal proposito di consiglia di approfondire soprattutto l’argomento broker, per esempio attraverso la guida Plus500 opinioni, così da conoscere ogni aspetto di questo broker.

Plus500 5 stelle
Plus500 logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC, MAS, IE Singapore, FMA, SA FSP
  • Piattaforme: Proprietary
  • Deposito Min: $100
Plus500 logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC, MAS, IE Singapore, FMA, SA FSP
  • Piattaforme: Proprietary
  • Deposito Min: $100
(Il 76.4% dei conti retail CFD perde soldi)