immagine in evidenza dell'articolo plus500 juventusPlus500 è sempre stato un broker molto apprezzato per un’offerta particolarmente fornita, soprattutto sul lato dei titoli azionari. Tra questi possiamo trovare le azioni Juventus, che non potevano non attirare l’attenzione dei tantissimi trader italiani.

Nella guida di oggi cercheremo proprio di capire come fare ad investire in azioni Juventus con Plus500, seguendo passo passo tutte le procedure, che scopriremo essere molto più semplici di quello che si può immaginare.

Tuttavia, per quanto facile possa essere, rimane un’attività complessa. Ricordiamo che si tratta pur sempre di investimenti finanziari, disciplina che richiede molte competenze.

Per questo, coloro che non hanno nessuna esperienza con questo genere di attività dovrebbe dapprima fare esercizio con l’account demo di Plus500, perfetto per i neofiti.

Prima di iniziare la nostra guida, ricordiamo che chi volesse invece approfondire il discorso intorno al broker, può visitare questa guida sulle opinioni di Plus500, in cui verranno descritte tutte le caratteristiche di questa storica azienda.

Plus500 5 stelle
Plus500 logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC, MAS, IE Singapore, FMA, SA FSP
  • Piattaforme: Proprietary
  • Deposito Min: $100
Plus500 logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC, MAS, IE Singapore, FMA, SA FSP
  • Piattaforme: Proprietary
  • Deposito Min: $100
(Il 80.5% dei conti retail CFD perde soldi)

Plus500 Juventus: come investire nelle azioni societarie

I passaggi per investire in azioni Juventus sono, come detto, abbastanza semplici. Il primo passo è, ovviamente, creare un account con Plus500. Non ci soffermeremo troppo su questo aspetto, dopotutto la fase di iscrizione è molto intuitiva e basterà solo un po’ di pazienza.

Comunque già in questa primissima fase c’è una prima scelta da compiere: conto reale o conto demo. Come abbiamo già visto nell’introduzione, il conto demo è maggiormente indicato per coloro che non hanno mai fatto trading online, mentre chi ha un po’ di esperienza può partire con il conto reale.

Le differenze tra i due conti sono inesistenti, eccezion fatta per i capitali. Un conto demo non richiederà capitali reali, ma assegnerà all’utente 40.000 euro fittizi con cui allenarsi.

Il conto reale necessita di un primo deposito, di almeno 100 euro se effettuato con carte e 500 se attraverso bonifico, e ovviamente sfrutterà il denaro dell’utente.

Oltre a ciò i due conti utilizzano la stessa piattaforma, WebTrader, e dunque dispongono degli stessi strumenti.

Completata l’iscrizione e compiuto il login, dovremo cercare il titolo della Juventus. Anche questa operazione è tutt’altro che complessa.

In primis dobbiamo digitare su “Negozia”, in questo modo potremo accedere a tutti gli asset concessi da Plus500.

Come possiamo vedere dall’immagine, sempre sulla sinistra avremo una serie di categorie che possono aiutarci nella ricerca. Potremo trovare il titolo Juventus nella sezione “Italia”.

schermata plus500 webtrader sezione azioni italiane

Comunque sia, non manca una comoda barra delle ricerche, in cui basterà digitare il nome dell’asset e il gioco sarà presto fatto.

Questo il primo step. Ora dovremo invece decidere che strategia apportare e come concretizzarla, cosa che vedremo nel prossimo paragrafo.

Plus500 Juventus: investire long e short

Dopo aver trovato il titolo Juventus cercando nell’apposita barra o nella categoria “Italia”, bisognerà digitare su una delle due opzioni concesse: vendere o comprare. In questo modo si aprirà una tendina, nella quale inserire tutti i dettagli dell’operazione.

schermata plus500 webtrader con la schermata di inoltro ordine

Tra i dettagli che è possibile settare c’è ovviamente il numero di azioni da vendere o acquistare, ma sarà anche possibile settare Stop Loss e Take Profit, ossia due strumenti di gestione del rischio molto utili.

Una volta fatto ciò non sarà ancora finita, poiché bisognerà monitorare l’andamento di questa operazione. Per fare ciò bisognerà spostarsi in un’altra sezione, chiamata “Posizioni Aperte”. Come possiamo vedere dall’immagine, anch’essa si trova nella parte sinistra dello schermo.

schermata plus500 webtrader che mostra la posizione CFD Juventus aperta

Quando monitoreremo la il titolo non dobbiamo spaventarci se questo partirà in perdita, poiché, come vien ben spiegato nella recensione Plus500 opinioni, si tratterà dell’influsso dello spread.

Chiudere la posizione sarà anche più semplice rispetto a ciò che abbiamo fatto per aprire la posizione. Basterà digitare sull’operazione in “Posizioni Aperte” e premere su chiudi posizione, come mostra l’immagine.

Per i più pratici è anche possibile vendere solo una parte delle azioni, senza chiudere totalmente l’operazione, cosa che può tornare utile per certe strategie.

schermata plus500 webtrader per chiudere la posizione CFD Juventus

Affrontiamo adesso un aspetto molto importante, che sicuramente i neofiti non conosceranno: la leva finanziaria.

Spiegato in breve, la leva finanziaria permette di moltiplicare l’esposizione di un dato investimento in maniera artificiale.

Così facendo sia i profitti che le perdite saranno moltiplicate per x valore. Ma facciamo un esempio.

Se investiamo 100 euro su Plus500 in Juventus, con la leva 2:1 è come se ne stessimo investendo 200, con profitti e perdite relative a questa cifra.

Si sarà capita la doppia natura di questo strumento, potenzialmente molto utile ma anche abbastanza pericoloso e per questo sottoposto a stringenti limitazioni.

Quanto costa investire con Plus500 in azioni Juventus

Passiamo ora a temi più pratici, cercando di capire quante risorse economiche si dovranno investire per acquistare azioni Juventus su Plus500.

I fattori da valutare sono, come si potrà immaginare, abbastanza numerosi.

In primis abbiamo la quotazione del titolo. Nel momento in cui viene scritta questa guida la quotazione delle azioni Juventus è di 0,85 euro.

Ovviamente bisognerà tenere d’occhio le oscillazioni, poiché queste quotazioni possono variare anche in brevissimi lassi di tempo, e spesso in maniera tutt’altro che trascurabile.

Abbiamo detto che un’azione Juventus su Plus500 verrebbe 0,85 euro. Tuttavia se ne dovranno acquistare almeno 100 per far partire l’ordine.

Servirebbero, a questo punto, 85 euro. Tuttavia proprio qui interviene la leva, che ricordiamo essere 2:1 sulle azioni Juventus. Questo vuol dire che basteranno 42,50 euro per coprire l’ordine.

Certo il prezzo è decisamente abbordabile e ciò è dovuto dallo strumento utilizzato da Plus500: i CFD. Su questo tema ci torneremo più tardi. Per ora basti sapere che a questo prezzo andranno poi applicate eventuali tasse, come vedremo nel prossimo paragrafo.

Plus500 Juventus: commissioni con investimenti diretti

Il capitolo sulle commissioni è sempre di fondamentale importanza quando si vanno a svolgere delle operazioni finanziarie. Non è raro che le commissioni possano risultare molto invasive, dunque meglio valutare precedentemente l’effettiva convenienza dell’investimento.

Prima di capire quanto pagheremo di eventuali commissioni, è importante distinguere due diverse tipologie di investimento: CFD o compravendita di azioni reali.

Partiamo proprio da quest’ultima opzione.

Questa è ancora la forma più usata per investire su mercati, anche se più complessa da attuare. Prima di tutto si dovrà cercare una banca o un broker che permettano di investire in azioni Juventus.

Per ciò che riguarda i broker, ognuno presenta diverse regole, diversi spread e dunque è impossibile fare un discorso generalista.

Ciò che ci interessa è che Plus500 non presenta questa possibilità.

Più semplice il discorso sulle banche, poiché seguono un modus operandi più standardizzato. Ovviamente le cifre esatte sono da discutere con la banca in questione, ma possiamo dire che vengono applicate commissioni molto salate sugli investimenti.

Inoltre, investire in questo modo permetterà meno flessibilità sulla strategia, poiché sarà possibile unicamente andare long.

Qualche vantaggio comunque c’è: comprando azioni Juventus si diventerà azionisti della società e si potrà ottenere dividendi aziendali.

Questa modalità di investimento può essere davvero molto funzionale, ma solo a certe condizioni. Prima di tutto, si consiglia di evitare le banche e puntare su alcuni dei broker che permettono questa possibilità, come l’ottimo eToro.

eToro non ha certo bisogno di presentazioni, tuttavia per chi volesse approfondire anche le caratteristiche di questo broker può visitare la guida eToro opinioni, in cui ogni dettaglio sull’offerta e gli strumenti disponibili sarà ben spiegato.

Questo per ciò che riguarda gli investimenti diretti in azioni Juventus. Nel prossimo paragrafo, invece, ci concentreremo sui contratti per differenze e le caratteristiche di questo strumento derivato molto in voga negli ultimi anni.

Plus500 Juventus: commissioni con contratti per differenza

Plus500, come già accennato in precedenza, fornisce unicamente i CFD dei titoli del suo roster. Questo vuol dire che non sarà possibile acquistare in maniera diretta le azioni Juventus.

I CFD, comunque, presentano diverse caratteristiche interessanti e vale la pena tenerle presenti quando si decide di compiere degli investimenti.

Prima di tutto va chiarito che i CFD replicano in tutto e per tutto l’andamento delle quotazioni reali dell’azione, a cui si va ad aggiungere lo spread, una sorta di tassa applicata dal broker per ottenere profitti.

Un’altra commissione presente con i CFD è la tassa di Overnight. Questa, tuttavia, scatta solo se si lasciano le operazioni aperte durante la notte, e non sarà difficile evitarla.

Ecco il resoconto di tutte le possibili commissioni che Plu500 può applicare:

  • Spread (3,96%);
  • Overnight fee long: -0.027%;
  • Overnight fee short: -0.0297%;

Va sottolineato come ognuno di questi parametri possa variare in base ad una serie di condizioni: lo spread, ad esempio, è calcolato in base alla volatilità dell’asset e a simili parametri.

Al di la di ciò, i CFD presentano molto vantaggi. Prima di tutto i costi, rispetto agli investimenti diretti attraverso istituti bancari sono di gran lunga inferiori.

Altro vantaggio dei CFD rispetto agli investimenti diretti è la maggiore flessibilità dello strumento, che permetterà sia di investire long, sia di vendere allo scoperto.

Insomma, entrambi i sistemi possono presentare vantaggi e svantaggi. Spesso sono determinanti anche le esigenze degli utenti, più inclini verso l’uno o verso l’altro.

Anche l’asset gioca un ruolo fondamentale nella scelta: per fare un esempio, nella maggior parte dei casi con i CFD non sarà possibile ottenere dividendi. Questo vuol dire che potrebbe non convenire investire in aziende con dividendi importanti.

La domanda sorgerà allora spontanea: qual è la politica sui dividendi della Juventus?

Plus500 Juventus: politica sui dividendi

Prima di tutto chiariamo cosa sono i dividendi una volta per tutte. Possiamo definirlo in maniera molto semplice come una parte dell’utile societario consegnato ai propri investitori, in base al numero di azioni detenute.

Esistono diverse modalità per rilasciare i dividendi e diverse politiche a riguardo, in base alle necessità dell’azienda.

Ovviamente si tratta di uno dei principali motivi per cui un azionista è spinto ad investire in una determinata società. Tuttavia non tutte le aziende decidono di rilasciare i dividendi.

Il caso più famoso ed emblematico è quello di Amazon. Il colosso commerciale di Jeff Bezos ha sempre preferito reinvestire ogni centesimo degli utili annuali nella ricerca e nell’innovazione. Questo avviene per un motivo molto semplice.

Il settore tecnologico è particolarmente competitivo e molto si gioca proprio sull’innovazione continua. Ben poche di queste aziende rilasciano dividendi proprio per non perdere terreno rispetto ai competitor.

Tornando a noi, la Juventus rilascia o no i dividendi? La risposta è no: la Juventus non rilascia dividendi, per motivi in realtà molto comprensibili.

La Juventus, prima di essere un colosso finanziario, è soprattutto una squadra di calcio, con esigenze che hanno a che fare soprattutto con i risultati sportivi. Ad oggi i dirigenti della società bianconera preferiscono reinvestire i profitti nel club, invece che consegnarli agli investitori.

Dunque possiamo già trarre un primo bilancio, poiché risulterà ben chiaro che è possibile investire in CFD Juventus senza perdere alcunché.

Prima di esprimerci maniera più definitiva, però, dobbiamo capire cosa può influenzare l’andamento delle azioni Juventus.

Azioni Juventus: cosa determina il prezzo

Quando parliamo delle azioni Juventus dobbiamo tenere a mente della natura di questa società. È impossibile valutare unicamente la struttura societarie e le sue politiche senza considerare i risultati sportivi. Banalmente, se la squadra ottiene buoni risultati, le azioni dovrebbero crescere di valore.

Ciò è dovuto anche per una questione apparentemente indiretta: quando una società sportiva ottiene risultati, cresce anche l’attenzione mediatica, e ciò porta a vantaggi sul piano del marketing abbastanza ovvi.

Un altro fattore che può aumentare il valore delle azioni, anche se magari per brevi periodi, sono i rumors. Soprattutto durante i periodi di calciomercato, le azioni Juventus tendono ad oscillare con maggiore intensità, poiché le voci che si susseguono possono influenzare molto l’opinione degli azionisti e le loro previsioni.

Un caso emblematico si è verificato quando Guardiola sembrava molto vicino alla panchina delle Juventus. Le azioni societarie incontrarono un trend positivo abbastanza importante, per poi spegnersi quando le voci furono smentite in maniera definitiva.

Ovviamente i rumors possono essere anche negativi, ed è per questo che le azioni Juventus tendono ad essere abbastanza volatili.

Infine, anche il bilancio e le previsioni future sullo stesso hanno un ruolo importante sulle variazioni di prezzo. Ovviamente un bilancio in salute aiuta parecchio gli azionisti a fidarsi sulla qualità del lavoro svolte, così come vale il discorso contrario.

Alcuni lettori avranno già capito che le azioni Juventus potrebbero rivelarsi molto interessanti per manovre shortiste, sfruttando le variazioni frequenti del titolo.

Ovviamente questo non vuole essere un consiglio agli investimenti, e tutto dipenderà dalle condizioni del mercato, tuttavia possiamo ravvisare questa caratteristica del titolo.

Investire in azioni Juventus con Plus500 conviene?

Le azioni Juventus sono un particolare tipo di azioni societarie, poiché legate ad una serie di meccaniche puramente sportive e del marketing che ne deriva.

L’azienda non rilascia dividendi, e data la sua natura, sembra molto indicate per operazioni sul breve periodo ed investimenti short.

I CFD sarebbero un ottimo strumento, poiché permetterebbero di sfruttare questo tipo di strategie senza perdere i dividendi, che non vengono rilasciati dall’azienda.

Inoltre, così facendo, si possono ridurre in maniera sensibile i costi per le operazioni, che come abbiamo visto, possono essere di molto superiori con gli investimenti diretti.

Insomma, investire con Plus500 su azioni Juventus può essere un’ottima idea, ma anche qui ci sarebbero molte puntualizzazioni da fare.

Ovviamente non basta conoscere la natura volatile di una società ed essere informati sui risultati sportivi per essere dei buoni investitori.

Moltissime questioni più tecniche, che non affrontiamo per ovvi motivi, non possono essere completamente trascurate.

Insomma, investire su mercati finanziari è un’attività assai complessa, e senza una preparazione adeguata sarà quasi impossibile ottenere dei risultati soddisfacenti.

Per questo motivo, utilizzare il conto demo di Plus500 potrebbe rivelarsi un’ottima idea per tutti coloro che, pur avendo esperienza nulla con gli investimenti online, vogliono comunque imparare e scoprire ciò che può offrire questo mondo.

Secondo le molte opinioni su Plus500, parliamo di un broker decisamente user friendly, quindi perfetto proprio per i novizi.

Detto ciò, sottovalutare l’attività di investimento può essere un grosso errore, poiché parliamo pur sempre dei nostri risparmi, che devono sempre essere utilizzati con la massima cautela possibile.

Plus500 5 stelle
Plus500 logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC, MAS, IE Singapore, FMA, SA FSP
  • Piattaforme: Proprietary
  • Deposito Min: $100
Plus500 logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC, MAS, IE Singapore, FMA, SA FSP
  • Piattaforme: Proprietary
  • Deposito Min: $100
(Il 80.5% dei conti retail CFD perde soldi)