Cos'è il Social Trading - Guida Facile Passo-Passo per farcela

logomark Filippo Ucchino calendar Ultimo Aggiornamento: July 2022 timer 94 min lettura

In InvestinGoal seguiamo degli standard rigorosi per garantire un processo di valutazione imparziale. Realizziamo le nostre recensioni esaminando l'offerta e le prestazioni di ogni broker attraverso 4 categorie chiave. La valutazione finale di ogni broker viene elaborata sulla base di un totale di 187 parametri. Scopri di più sui nostri processi e metodologie di valutazione.

In questo articolo parleremo del social trading, e spiegheremo passo passo non solo cos’è, ma anche come funziona e come trarre il meglio da questo servizio.

Elenco dei contenuti

Che cos’è il social trading?

Il social trading è un approccio al trading nato intorno al 2005 che consiste nell’interagire con altri trader che operano sui mercati finanziari.

L’obiettivo di questa interazione è quello di ottenere informazioni sul mercato da persone più esperte, tenersi aggiornati sulle tendenze attuali e future del mercato, capire come operano i professionisti, condividere e commentare le notizie.

Quando il social trading è offerto da veri e propri broker finanziari, questi spesso offrono servizi di copy trading, ovvero danno la possibilità di copiare altri utenti presenti sulla piattaforma.

Ad oggi, eToro, ZuluTrade e NAGA Markets sono tra i broker di social trading più popolari che offrono anche servizi di copy trading.

Caratteristiche eToro ZuluTrade Naga
Regolamentato
Deposito minimo $50 $100 $200
Social trading
Copy trading
Conto demo
Sito del broker Visita eToro Visita ZuluTrade Visita Naga

ATTENZIONE

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro investendo in CFD.
Dovresti considerare se puoi permetterti o meno di correre il rischio di perdere soldi.

Cos’è una piattaforma di social trading?

Una piattaforma di social trading è un tipo di piattaforma di trading le cui caratteristiche possono assomigliare a quelle di un social network. All’interno di una piattaforma di social trading è possibile non solo fare trading, ma anche interagire con altri trader.

A seconda del broker, dovrebbe essere possibile visualizzare i profili, condividere i post, commentare le attività, le operazioni e i post degli altri trader che utilizzano la piattaforma.

Molti broker ad oggi offrono il social trading, tra cui eToro che è stato un pioniere in questo settore e fornisce una delle piattaforme di social trading migliori al mondo.

Visita eToro
(Il 78% dei conti retail perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovete valutare se potete permettervi di correre il rischio di perdere denaro.)

Come funziona il social trading?

Il social trading funziona fondamentalmente interagendo e seguendo altri trader. Lo strumento essenziale per facilitare questa interazione è una piattaforma di social trading.

Questa piattaforma, fornita da un broker di social trading, è un luogo in cui i social traders possono comunicare tra loro in vari modi e creare una rete.

Con il tempo, la vostra rete sociale si riempirà di interazioni, commenti, strategie e notizie dei trader in un feed che può anche consentire la ricerca per hashtag o altri mezzi, a seconda delle caratteristiche della piattaforma di social trading.

Scegliere il trader da seguire: fattori da considerare

Quanti anni di esperienza ha il trader?

L’esperienza è importante per qualsiasi trader. Più di un anno di comprovata esperienza di trading è un criterio chiave che dovreste ricercare in qualsiasi fornitore di segnali che state considerando di seguire.

Se il trader non ha questa esperienza, è bene seguire e monitorare le sue prestazioni per un certo periodo di tempo prima di implementare le sue strategie.

Quale strategia di trading utilizza il trader?

Capire la strategia degli altri trader aiuta a minimizzare il rischio. I fattori chiave da prendere in considerazione per valutare la strategia sono i seguenti:

  • Volumi di trading: Più alto è il volume, più alto è il rischio. Quando un trader apre operazioni con volumi elevati, sono necessari più fondi da parte di chi vuole copiare la strategia.
  • Frequenza di trading: I trader ad alta frequenza possono aprire più posizioni al giorno. Ciò significa un maggior numero di operazioni e un potenziale aumento del rischio.
  • Percentuale di vincita: Sebbene un trader con una percentuale di vincita vicina al 100% sia attraente, potrebbe indicare che sta seguendo strategie ad alto rischio come la Martingala. In casi come questi, i seguaci rischiano di perdere gran parte del loro investimento.
  • Mercati trattati: Alcuni mercati sono più rischiosi e volatili di altri. È sempre importante seguire i trader giusti, indipendentemente dal mercato, ma quando un trader investe in mercati volatili (come quello delle criptovalute), la gestione del rischio diventa ancora più importante.
  • La leva finanziaria: La leva finanziaria è uno strumento che consente di moltiplicare i guadagni (e le perdite) su un investimento. Tuttavia, l’utilizzo della leva può portare a forti perdite se non si mettono in atto strategie di gestione del rischio.

Il trader ha un buon profilo?

Anche se il numero di follower di un trader non è un’indicazione o una garanzia di successo, è una delle metriche da controllare.

Un numero elevato di follower può dimostrare la fiducia che il fornitore di segnali gode presso gli altri trader.

Questo, se considerato insieme ad altri punti importanti come la strategia, l’esperienza e il livello di rischio, può aiutare i potenziali follower a farsi un’idea completa.

Come iniziare a fare social trading

Ecco alcuni passi importanti da seguire per iniziare a fare social trading.

1. Scegli un broker di social trading

La prima cosa da fare è scegliere un broker che offre il social trading.

eToro e ZuluTrade ad esempio sono entrambi pionieri in questo settore e continuano a essere molto popolari tra i trader anche a distanza di anni.

Scopri i migliori broker per il social trading

2. Prova il servizio del broker

Provare il servizio di un broker attraverso un conto demo è estremamente importante. eToro e la maggior parte degli altri broker di social trading offrono conti demo.

Spesso questi conti possono essere aperti in modo semplice e veloce con una semplice e-mail e una password.

Un conto demo è un tipo di conto senza rischi che offre agli utenti la possibilità di fare trading con fondi virtuali e senza l’obbligo di aprire un conto.

Tali conti demo possono essere limitati a un certo numero di giorni, o illimitati, a seconda della politica del broker.

Apri un conto demo illimitato con eToro
(Il 78% dei conti retail perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovete valutare se potete permettervi di correre il rischio di perdere denaro.)

3. Verifica il tuo conto

Quando si è pronti ad aprire un conto per il trading con denaro reale, il broker richiede la verifica del conto.

Ciò significa completare la procedura KYC e presentare una prova di identità (con un passaporto o la carta d’identità) e una prova di indirizzo (con una bolletta o un estratto conto bancario).

4. Apri un conto di trading reale

Una volta completata la verifica del conto, i broker richiedono spesso un deposito minimo.

Questo importo varia a seconda del broker e di solito può essere depositato tramite bonifico bancario, carta di credito/debito (Visa, MasterCard) o portafogli elettronici come Skrill, Neteller e Paypal.

I metodi di deposito disponibili dipendono ancora una volta dal broker, e in genere richiedono da 1 a 3 giorni lavorativi per processare la transazione.

5. Trova i trader da seguire

Una volta aperto il conto, il passo successivo è trovare i trader da seguire.

Questo ti permette di costruire la tua rete di social trading con trader da cui imparare ed eventualmente copiare le loro posizioni.

Scopri i migliori trader eToro

Caratteristiche fondamentali di una buona piattaforma di social trading

Una delle caratteristiche che una buona piattaforma di social trading deve avere, è essere ben regolamentata. Ciò significa che i fondi dei trader sono protetti e che ci si può fidare che la piattaforma operi con un certo livello di trasparenza.

È importante che una piattaforma di social trading sia facile da usare. Ciò rende il trading e l’interazione all’interno della piattaforma più facile da comprendere per i trader di tutti i livelli.

Infine, le caratteristiche social sono fondamentali. Il ruolo di una piattaforma di social trading è quello di facilitare l’interazione e la condivisione, oltre che la mera copia delle operazioni.

Ci sono dei rischi nel fare social trading?

Il social trading non comporta direttamente alcun rischio, poiché il concetto è quello di facilitare l’interazione tra i trader.

Il rischio viene introdotto se si sceglie di passare oltre la mera interazione, e copiare le operazioni o le strategie di altri trader.

Per questo motivo è consigliabile un’approfondita ricerca su qualsiasi trader o strategia che si sceglie di implementare.

Un altro elemento di rischio può provenire dal broker. La maggior parte dei broker offre un conto demo privo di rischi, ma l’apertura di un conto di trading reale richiede un deposito in denaro reale che introduce un livello di rischio.

Il social trading funziona?

Sebbene sia possibile fare soldi con il social trading, è anche molto facile perderli se non sai cosa stai facendo e se non sei al corrente dei rischi del trading.

Il social trading può essere efficace nell’aiutare i trader ad accrescere la loro conoscenza del trading e a facilitare il processo di apprendimento del trading e delle diverse strategie.

In definitiva, si tratta di uno strumento che può aiutare i singoli utenti a prendere decisioni mediamente più informate rispetto a quando fanno trading da soli.

Ricerca scientifica sull’efficacia social trading

Per quanto riguarda la ricerca scientifica, il MIT ha condotto un esperimento scientifico con la partecipazione di eToro.

I risultati hanno mostrato che i trader che hanno partecipato all’esperimento hanno ottenuto risultati migliori del 10% rispetto a quelli che hanno operato senza indicazioni dalla rete di social trader, e del 4% rispetto a quelli che hanno seguito solo i fornitori di segnali.

Gli utenti, d’altra parte, non dovrebbero limitarsi a seguire i trader migliori. Come sottolinea Gregor Dorfleitner nel suo studio sulle piattaforme di social trading, questa strategia tende a far perdere denaro.

Al contrario, se fatto bene, tenendo conto di più fattori e di altre variabili come il rischio e la costanza nel tempo (come i criteri W2F di Woonyeol Lee e Quiang Ma), il social trading è efficace.

Elenco dei vantaggi del social trading per i trader principianti

Ecco alcuni dei principali vantaggi del social trading:

1. Accessibilità e affidabilità delle informazioni

Un importante vantaggio del social trading è che molte piattaforme e servizi di social trading hanno infrastrutture ben sviluppate e forniscono accesso a un grande volume di informazioni.

Queste informazioni possono essere preziose per gli investitori, in particolare per quelli meno esperti o che non hanno le conoscenze o la fiducia necessarie per effettuare operazioni di trading in solitaria.

Allo stesso tempo, queste informazioni sono rese altamente accessibili dai broker di social trading e possono aiutare a prendere decisioni di trading ben informate.

2. Conoscenza collettiva nel trading

La conoscenza collettiva o la saggezza della folla è un altro prezioso vantaggio del social trading.

Il social trading può fornire utili intuizioni di prima mano che sono in realtà il prodotto della conoscenza collettiva di molti singoli trader e investitori.

Questa conoscenza e competenza è qualcosa che altrimenti non sarebbe accessibile a molti trader se non fosse per una piattaforma di social trading.

3. Strategie diversificate

Il trading individuale ha i suoi vantaggi, in quanto è possibile effettuare operazioni di trading alle proprie condizioni e con strategie che si sono già testate da soli.

Tuttavia, indipendentemente dal vostro livello di esperienza, non sarete in grado di calcolare da soli tutti i possibili risultati del trading.

Il social trading offre uno sbocco in cui gruppi di trader possono discutere di strategie e investimenti.

Questo può portare a un approfondimento e a una maggiore comprensione che può essere utile per diversificare le strategie.

4. Imparare dagli esempi

Nel social trading (soprattutto se si seguono strategie di copy trading) le operazioni vengono spesso copiate da altri trader più esperti.

Questo può consentire a chi ha meno esperienza di imparare dagli esempi che segue e, in ultima analisi, di acquisire esperienza e conoscenze di trading preziose.

5. Diventare parte di una comunità

Il social trading offre l’opportunità di far parte di una comunità di trader.

Questo può aiutare a condividere diverse idee, intuizioni, indicazioni, strategie e strumenti di trading, oltre a fungere da rete di supporto per i trader.

6. È semplice iniziare

I broker di social trading come eToro possono fornire un’introduzione ideale al settore per i trader di tutti i livelli.

Con un deposito minimo basso e un’interfaccia e una piattaforma di trading estremamente facili da usare, è estremamente facile iniziare.

La storia del social trading

Prima del social trading come lo conosciamo oggi, esistevano il mirror trading e il copy trading, anche se si può dire che l’e-mail sia stata la prima iterazione del social trading.

In origine, alcuni trader comunicavano ai propri follower l’intenzione di aprire o chiudere determinate posizioni, spesso attraverso l’uso di newsletter. Quando volevano aprire un trade, veniva inviata un’e-mail e tutti i membri del gruppo aprivano lo stesso trade in modo indipendente. La stessa procedura veniva seguita per la chiusura.

In seguito cominciarono ad apparire le prime trading room virtuali. Il concetto era più o meno lo stesso. Il trader comunicava l’esecuzione di un’operazione, ma invece di usare l’e-mail, la scriveva in una stanza virtuale dove i follower potevano leggere e replicare quanto scritto.

Con le chat room, i trader potevano anche commentare o porre domande in diretta. Nella maggior parte dei casi, questi servizi si sono trasformati in servizi a pagamento.

A quel punto, i broker hanno iniziato a intuire il potenziale della creazione di un sistema di replica automatica in cui un’unica entità poteva generare i segnali di trading e tutte le altre parti collegate ad essa potevano replicarli automaticamente sui loro conti di trading.

Tradency è stato uno dei pionieri del social trading. Nel 2005 ha proposto il primo sistema di autotrading, denominato “Mirror Trader”. Un trader poteva ospitare la propria strategia di trading sul sistema di Tradency, a condizione di fornire un record sufficientemente lungo di performance di quella strategia. A quel punto, se la strategia veniva accettata, i clienti di Tradency potevano visualizzare i dati e, se interessati, decidere di copiare le operazioni della strategia sul proprio conto.

Un altro importante passo avanti nella storia del Social Trading è stato compiuto da società come Zulutrade ed eToro. I trader non dovevano più presentare le loro strategie per essere approvate. Era sufficiente che i trader avessero collegato i loro conti di trading personali alla piattaforma, e da quel momento ogni loro azione veniva registrata e resa disponibile agli investitori che li seguivano.

Per quanto riguarda il “Mirror Trading” di Tradency, il nuovo sistema permetteva agli utenti di controllare il lavoro e la storia dei trader presenti sulla piattaforma, grazie a nuovi metodi di analisi e, se interessati, di copiare le operazioni effettuate da quel trader sul proprio conto. Questo ha contribuito a coniare il termine Copy Trading.

È stato un passo importante, perché in questo modo si è verificata la prima interazione reale e diretta tra l’utente che ha fornito i segnali e l’utente che li ha replicati.

L’evoluzione successiva è stata quella di permettere agli investitori che fanno copy trading di interagire tra loro. Questo ha permesso agli investitori di scambiarsi opinioni, di lasciare commenti sulle azioni di un trader e altro ancora. Questa forma di interazione sociale combinata con il trading è in definitiva ciò che ha trasformato il social trading come lo conosciamo oggi.

Tuttavia, anche oggi il social trading è in continua evoluzione. Le aziende si espandono e ne nascono di nuove, e la concorrenza generale continua a spingere l’intero settore a migliorare.

L’impatto del MiFID II sul social trading

Dal punto di vista delle autorità europee, l’evoluzione di questa forma di trading ha sollevato preoccupazioni legislative.

Nonostante il conto di negoziazione rimanesse di proprietà dell’investitore, il capitale veniva spostato e gestito da un’entità esterna, e questo è bastato alle autorità per classificare sia il copy trading che il mirror trading come discipline di gestione patrimoniale.

È stata fatta un’unica distinzione:

Se il segnale di trading generato dal trader o dalla strategia e veniva replicato automaticamente senza alcuna conferma da parte dell’investitore, questo veniva classificato come gestione patrimoniale.

In alternativa, se l’investitore doveva confermare il segnale di acquisto o di vendita e operare manualmente, non si trattava più di gestione patrimoniale, ma di semplice consulenza.

Ciò ha portato tutte le società che offrivano servizi di copy trading o mirror trading a doversi adeguare alle stesse normative MiFID previste per le società di gestione patrimoniale.

Questo cambiamento ha avuto un impatto su molti broker, tra cui ZuluTrade che, prima dell’aggiornamento normativo, era considerato un IB (Introducing Broker) e un fornitore di servizi. In sostanza, la società era il mezzo attraverso il quale i clienti concludevano l’apertura di conti di trading da vari broker forex. Inoltre, forniva un servizio di replica automatica dei segnali.

Ora, con l’aggiornamento alla MiFID II, ZuluTrade è ancora un IB e un fornitore di servizi, ma è anche classificato come un tipo di gestore patrimoniale e ha dovuto aggiornare i suoi servizi come tale.

Pro e contro del social trading

Pro

  • C’è l’opportunità di imparare da trader esperti
  • In alcuni casi è possibile copiare i trader che si seguono

Contro

  • Controllo limitato delle decisioni di trading
  • Potenziale influenza negativa da parte di trader non qualificati

Autore del post

Filippo Ucchino

Co-Fondatore - CEO - Broker Expert

Filippo è il co-fondatore e amministratore di InvestinGoal.it. Ha 15 anni di esperienza nel settore finanziario e forex in particolare. Ha iniziato la sua carriera come forex trader nel 2005, per poi interessarsi a tutto il settore Fintech e Crypto in generale.

Con il tempo ha sviluppato un approccio quasi scientifico all’analisi dei broker, dei loro servizi e delle loro offerte. Inoltre, è un esperto delle Politiche di Compliance e Sicurezza per la tutela dei consumatori in questo settore.

Con InvestinGoal l’obiettivo di Filippo è di portare quanta più chiarezza possibile per aiutare gli utenti a navigare il mondo del trading online, del forex e delle criptovalute.


Leave a Reply
image-banner-example-1024x448
Per rimanere meglio informati

Trova e confronta i migliori
Broker Online per te

Il trading di CFD, FX e criptovalute comporta un alto grado di rischio. Tutti i broker mostrano la percentuale dei conti di investitori retail che perdono denaro quando fanno trading di CFD sulle loro piattaforme. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre l’elevato rischio di perdere i tuoi soldi, e sapere che è necessario conoscere il funzionamento di CFD, FX e Criptovalute. Le criptovalute non sono uno strumento adatto a tutti gli investitori in quanto il loro valore è molto volatile. Il trading di criptovalute non è regolamentato da alcun quadro normativo dell'UE. Il tuo capitale è a rischio. La presente pagina è destinata esclusivamente a scopo didattico. Non deve essere intesa come consulenza operativa per gli investimenti, né come invito alla raccolta del pubblico risparmio. Qualsiasi risultato reale o simulato non costituisce garanzia di possibili risultati futuri. L'attività speculativa nel mercato forex, così come in altri mercati, comporta notevoli rischi economici; chiunque svolga attività speculativa lo fa sotto la propria responsabilità.
INFORMATIVA SULLA PUBBLICITÀ: InvestinGoal è completamente gratuito per tutti. Sebbene potremmo ricevere delle commissioni da alcuni dei broker che segnaliamo, questo non influisce sulla qualità delle nostre recensioni o delle nostre classifiche, che sono redatte in completa indipendenza e obiettività, seguendo una metodologia imparziale. Aiutaci a continuare a fornire le migliori recensioni gratuite di broker aprendo il tuo conto seguendo i nostri link. Leggi la nostra Informativa sulla Pubblicità per saperne di più.
Copyright © 2022 – Tutti i diritti riservati. / Privacy e Cookie Policy / Termini di Utilizzo / Avvertenza Sui Rischi / Sitemap