immagine in evidenza dell'articolo strategie plus500Plus500 è uno dei broker forex più utilizzati al mondo per operare con i Contratti per Differenza (CFD).

Le sue caratteristiche peculiari lo rendono la prima scelta per molti traders, sia esperti che meno esperti, perchè l’esperienza di trading che Plus500 offre ai propri iscritti è davvero intuitiva e completa.

Il trading online è un’attività complessa ed articolata, costituita da molte strategie, tecniche e altrettanti strumenti a disposizione degli investitori.

I broker possono differenziarsi per offerta di servizi o possibilità di investimento.

In questa guida vedremo nel dettaglio quali sono le migliori strategie attuabili con questo specifico broker e quali opinioni su Plus500 hanno i traders che vi operano.

Come vedremo poco più avanti, nonostante Plus500 sia una delle piattaforme di trading CFD più completa ed utilizzata, essa ha delle direttive molto precise riguardo a quale tipo di operatività concedere ai propri iscritti e limita alcuni strumenti secondo determinati criteri comuni relativi ad un determinato “stile” di trading.

Per questo è bene capire cosa è possibile fare e cosa NON è possibile fare se si opera con Plus500.

Risulta quindi importante conoscere quali sono le strategie più usate da chi utilizza questa piattaforma e quali strategie è meglio evitare, o addirittura, non è possibile attuare con Plus500 perché il broker stesso le vieta.

Nei prossimi paragrafi ci concentreremo su questa tematica e vedremo solo velocemente molti aspetti di questo broker.

Se invece, se ne vogliono approfondire e conoscere gli aspetti generali consigliamo la lettura della nostra recensione completa e dettagliata, dal titolo: opinioni Plus500.

Plus500 5 stelle
Plus500 logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC, MAS, IE Singapore, FMA, SA FSP
  • Piattaforme: Proprietary
  • Deposito Min: $100
Plus500 logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC, MAS, IE Singapore, FMA, SA FSP
  • Piattaforme: Proprietary
  • Deposito Min: $100
(Il 80.5% dei conti retail CFD perde soldi)

Plus500: tipologia di broker

Plus500 è un broker market maker puramente ideato per operare con Contratti per Differenza.

I market maker sono broker che si configurano come controparte per gli investitori, creando loro stessi i mercati della borsa dove gli utenti operano.

Questa natura li rende soggetti a molte più limitazioni e controlli da parte delle autorità che vigilano sui mercati.

Esiste un’altra tipologia di broker non market maker: i cosiddetti broker ECN (Electronic Communication Network).

Questa tipologia di broker ha il semplice compito di intermediario finanziario nel mercato Forex.

I broker ECN si occupano, in maniera semplicistica, di raccogliere e passare gli ordini di chi opera su di essi ad altri broker market maker o a grandi banche, che fungono così da fornitori di liquidità.

La differenza è abbastanza lampante tra le due tipologie di broker ed è facile capire perché i market maker abbiamo più restrizioni e controlli rispetto ai broker ECN.

Plus500 gode di un’ottima reputazione nel mondo del trading online, questa non è dovuta solamente alle regolamentazioni a cui il broker è sottoposto (CONSOB in Italia), ma anche alla qualità e alla vasta gamma di servizi ed assets che offre ai propri iscritti.

Plus500: asset disponibili con i CFD

Come abbiamo detto in apertura di questa guida, Plus500 è un broker market maker completamente dedicato agli investimenti con i CFD.

I CFD, ovvero contratti per differenza, sono strumenti finanziari che permettono al trader di operare sulla variazione (differenza) di prezzo di un determinato asset nel breve periodo.

Non rendono l’investitore proprietario di quel determinato titolo, ma permettono di aprire posizioni sia in acquisto “long” che in vendita allo scoperto “short” sull’asset sul quale si è deciso di investire.

I CFD permettono così al trader di trarre possibili profitti sia all’aumentare che al diminuire del prezzo di mercato dell’asset di riferimento.

I costi dovuti al broker per operare con i CFD sono davvero minimi, ma se non considerati sapientemente posso portare ad aggravare la spesa per il trader.

Operare con questi strumenti significa principalmente fare trading giornaliero, aprendo posizioni long o short che solitamente si risolvono nel giro di qualche ora.

Questo anche perché mantenere aperte le operazioni per più giorni ha un costo denominato finanziamento di overnight o rollover.

Si tratta di una commissione molto bassa che il broker trattiene dalla posizione aperta se questa viene lasciata attiva per più di un giorno.

Nel caso in cui l’operazione non venga chiusa prima del week end, è bene sapere che i costi di rollover saranno triplicati per la somma delle notti di chiusura di venerdì, sabato e domenica.

Queste commissioni sono da valutare attentamente prima di operare con i CFD, dato che possono incidere su un eventuale profitto.

Anche in questo caso, ai lettori che sono interessati a capire le caratteristiche ed il funzionamento di questi strumenti complessi ed i relativi costi e commissioni applicabili, rimandiamo alla nostra guida completa sulle opinioni di Plus500, dove queste tematiche sono ben spiegate ed approfondite.

Lo sapevi che grazie al social trading non bisogna essere trader per guadagnare come un trader? APRI UN CONTO PLUS500 E PROVA!

(Il 80.5% dei conti retail CFD perde soldi)

Gli asset su cui è possibile investire tramite CFD su Plus500.

Il broker ne offre più di 1800, distribuiti su i seguenti mercati:

  • Forex
  • Indici
  • Azioni
  • Materie Prime
  • ETF
  • Criptovalute

La natura del trading con CFD configura determinate strategia, ma come stiamo per scoprire, alcune di queste sono considerate vietate da molti broker.

Anche Plus500 prevede una serie di attività vietate, così come specificato nell’accordo tra il broker e il cliente iscritto (User Agreement per cittadini non USA).

Sono vietate una serie di strategie di trading considerate un abuso nei confronti del mercato stesso.

Al punto #25 dell’User Agreement di Plus500, relativo alla condotta dell’utente, sono espresse le conseguenze per chi attua queste attività vietate.

Il broker si arroga il diritto di chiudere le operazioni considerate illecite o non permesse e di chiedere eventuale restituzione dei profitti da esse derivati.

Plus500 può addirittura chiudere il conto e “bannare” l’investitore che opera con strategie o strumenti non permessi dal broker.

Ma quali sono, nel dettaglio, queste strategie vietate? Vediamole nel prossimo paragrafo.

Plus500: Strategie ed operatività vietate

Le strategie di trading considerate illecite da Plus500 sono, sostanzialmente, quelle strategie di trading che si configurano come un abuso o inganno nei confronti del mercato.

Tra queste strategie possiamo considerare quelle relative all’Insider trading: ovvero operare conoscendo informazioni private od esclusive dovute ad una posizione di vantaggio del trader.

Se ad esempio si fa parte dei vertici di una determinata società quotata in borsa e si conoscono dettagli o informazioni riservate e non di dominio pubblico, sarà vietato operare su di esse, considerando la posizione di “vantaggio” esclusiva del soggetto operante.

Altre strategie vietate sono:

Lag trading: basato su indicatori tardivi che si basano su movimenti di  prezzo già manifestatosi.

Manipolazione dei prezzi: anche detto “aggiotaggio” e si riferisce alla diffusione di notizie false o artificiose atte a provocare un’alterazione del prezzo di un determinato strumento finanziario.

La lista di attività o strumenti non consentiti da Plus500 comprende qualsiasi altro metodo che vada ad “ingannare” il mercato.

Tra queste, le principali sono:

– Strumenti di trading Algoritmico: l’utilizzo di programmi automatici o bot non sono assolutamente consentite da Plus500, nemmeno tramite utilizzo di software di terza parti.

Scalping: Un tecnica che prevede l’apertura e la chiusura di posizioni su prodotti finanziari in un lasso di tempo molto breve. Non tenendo conto delle oscillazioni reali del mercato è considerato una tipologia di trading che abusa del mercato.

Hedging: Plus500 non consente questo metodo di investimento, nemmeno nel caso in cui il trader ha diversi conti. Inoltre Plus500 non applica policy FIFO

Spread betting: La Normativa ESMA non permette in Italia questo tipo di tecnica di investimento. Tuttavia non è comunque offerto da Plus500.

Conclusioni

Plus500 si differenzia da molti altri broker per la serietà e la professionalità che da sempre lo contraddistingue e che lo rende una delle scelte più sicure ed affidabili per i trader più esperti.

Ciò nonostante non esclude la possibilità per investitori principianti di accedere alla versione demo illimitata della piattaforma, così da prendere confidenza ed imparare le maggiori strategie di trading con CFD.

Il conto demo è un’ottima opportunità per tutti i traders che vogliono approcciare per la prima volta agli strumenti di Plus500 senza rischiare capitale reale.

In un ambito come quello degli investimenti online è sempre consigliato procedere con estrema cautela vista l’elevata percentuale di perdite che si registra  tra i trader non professionisti.

Si consiglia inoltre, prima di passare ad investimenti con capitale reale, di conoscere al meglio tutte le funzionalità, gli strumenti e le opinioni su Plus500 reperibili in rete o sul sito ufficiale del broker.

Plus500 5 stelle
Plus500 logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC, MAS, IE Singapore, FMA, SA FSP
  • Piattaforme: Proprietary
  • Deposito Min: $100
Plus500 logo
  • Regolamentato: FCA, CySEC, ASIC, MAS, IE Singapore, FMA, SA FSP
  • Piattaforme: Proprietary
  • Deposito Min: $100
(Il 80.5% dei conti retail CFD perde soldi)